Gusci tecnici per il trekking e alpinismo: tutto quello che bisogna sapere | Trekking.it

Gusci tecnici per il trekking e alpinismo: tutto quello che bisogna sapere

0

L’acquisto di un guscio tecnico comporta un grande investimento, normale fare una scelta accurata e congeniale alla nostra attività outdoor preferita

Rimanere sempre bene all’asciutto è una delle prime necessità di chi pratica attività all’aria aperta. Questa funzione è affidata soprattutto ai gusci tecnici realizzati con tessuti dall’elevata traspirabilità e impermeabilità, ma anche leggericonfortevoli, resistenti e pratici da indossare e da riporre nello zaino dove devono occupare il minimo ingombro.

Pronti a scegliere? Escursionismo o alpinismo?

La scelta è vincolata non solo dalle prestazioni tecniche del guscio, ma anche dall’attività outdoor del fruitore della giacca, quindi in un punto vendita specializzato sarà fondamentale la valutazione delle nostre esigenze specifiche e dell’utilizzo che faremo del capo: solo così il commesso potrà aiutarci nella scelta più corretta del prodotto da acquistare.

Tutto il materiale è ormai di ottima qualità, sempre più resistente e leggero, però il costo della ricerca e delle evolute tecnofibre si fa sentire più sul portafoglio che non nello zaino.

Impermeabilità, isolamento dal vento e traspirabilità sono peculiarità comuni alle giacche per il trekking e per l’alpinismo, la robustezza e la resistenza dei tessuti sono invece fondamentali per attività su roccia o ghiaccio, dove abrasione e sfregamento sono frequenti, mentre la leggerezza è un aspetto che deve interessare soprattutto chi pratica hiking e trekking.

Se la nostra attività outdoor prevede ferrate, cascate di ghiaccio, progressione su ghiacciaio, bisogna scegliere un guscio con un cappuccio performante per il casco, la fluidità del capo e la visibilità laterale. Inoltre l’imbrago dovrà lasciare libere le tasche, posizionate più in alto e sulla parte centrale del guscio.

Se facciamo sci-escursionismo, o comunque ci piace camminare con le ciaspole, è fondamentale la chiusura dei polsini a velcro e la presenza della culisse in vita che impedisce alla neve di entrare nella giacca dal basso.

Se i nostri fine settimana si tengono alla larga da roccia e ghiaccio, ma sono dettati dai tanti chilometri percorsi a piedi – quindi una maggiore attività aerobica – vi suggeriamo di scegliere un guscio con grande traspirabilità, agevolata non solo dalle caratteristiche proprie del tessuto, ma anche da soluzioni più strutturali, come aereazioni laterali e zip ascellari che migliorano la ventilazione generale e la dispersione del sudore durante l’attività sportiva.

Relativamente alle zip ascellari, ultimamente abbiamo notato che alcune ditta collocano la cerniera in posizione laterale anziché centrale per evitare lo sfregamento sulla parte più delicata della pelle, assicurando così un maggiore comfort.

Leggerezza e comprimibilità del guscio sono altre due caratteristiche comuni sia ai gusci per l’escursionismo che per l’alpinismo: minore è lo spazio, migliore sarà la gestione dello spazio nello zaino.

Dove vai se il guscio non lo hai?

Non possiamo fare a meno del nostro guscio, una barriera protettiva contro pioggia, neve e vento, da non confondersi però con la tradizionale giacca a vento di una volta: infatti, i capi attuali hanno delle qualità che erano impensabili fino a pochi anni fa.

In questo, la ricerca tecnologica ci è venuta in aiuto, le conoscenze scientifiche più avanzate consentono la realizzazione di nuovi tessuti sintetici che conferiscono performance sempre migliori al nostro equipaggiamento; la chimica costituisce una branca fondamentale per la realizzazione delle membrane e dei tessuti e per la razionalizzazione dei prodotti che indossiamo o utilizziamo durante le nostre attività outdoor.

Infatti, la mission delle aziende leader nella produzione, importazione e distribuzione di articoli per l’outdoor, è quella d’investire in ricerca, tecnologia e innovazione per realizzare prodotti in grado di garantire comfort, sicurezza e performance nel pieno rispetto della natura e della salute!

Dobbiamo però essere realisti: la ricerca tecnologica e i miglior capi prodotti da aziende affidabili e credibili non consentirà mai di raggiungere l’equilibrio perfetto tra traspirabilità, impermeabilità, leggerezza, vestibilità e resistenza. L’unica macchina perfetta che esiste è il corpo umano e non c’è miglior tessuto della nostra pelle!

Una cosa è certa: impermeabilità all’acqua e al vento vanno nella direzione opposta alla traspirabilità e leggerezza. Il giusto equilibrio di questi elementi, in rapporto a ciò che andremo a fare, è ciò che si deve ricercare.

Quindi scordiamoci da subito di raggiungere una performance di livello assoluto anche per i gusci tecnici, il giusto compromesso per la nostra attività aerobica è la rinuncia della totale impermeabilità per privilegiare la traspirabilità del tessuto.

Il nostro corpo, infatti, è alla continua ricerca del’equilibrio termico con l’ambiente circostante, e continua a produrre calore che viene disperso nell’aria attraverso la sudorazione: anche il miglior guscio durante una ripida salita, con un clima caldo-umido, sotto la pioggia battente, non potrà mai disperdere la giusta quantità di vapore acqueo verso l’esterno.

Quindi, se le temperature non sono così rigide e la nostra attività ci porta a camminare tanto, leggerezza e traspirabilità vengono prima di tutto, anche perché la totale impermeabilità della giacca causerebbe la condensa del nostro sudore all’interno del capo e il vapore non dissipato trasmetterebbe la spiacevole sensazione di bagnato.

Solo in un caso è meglio rinunciare a qualcosa in termini di traspirabilità e puntare alla protezione totale: quando le condizioni si fanno davvero proibitive in termini di temperatura, vento e acqua, ad esempio per attività in alta montagna. In questo caso si perde qualcosa anche in leggerezza (il guscio può arrivare a pesare 400 gr circa) ma è importante non disperdere il nostro calore corporeo.

A prescindere, i gusci tecnici devono essere sempre termonastrati in tutte le cuciture e le zip devono essere a tenuta stagna: anche questo contribuisce ad assicurare la completa impermeabilità per lunghi periodi di tempo.

Guscio: cinque motivi per fare la scelta giusta

Un capo tecnico che deve trattenere anche calore, deve presentare le seguenti caratteristiche:

  1. Impermeabilità all’acqua
  2. Impermeabilità al vento
  3. Traspirabilità e permeabilità al sudore
  4. Leggerezza e minimo ingombro
  5. Resistenza

Impermeabilità all’acqua


In linea generale, un buon guscio deve presentare una colonna d’acqua pari a 20.000 mm (test basati sulla norma ISO 811). Questo parametro in mm di colonna d’acqua misura la resistenza del tessuto alla pressione dell’acqua contenuta dentro un cilindro di diametro pari a 2,54 cm (un pollice): più la colonna è alta, maggiore è la pressione esercitata, più il tessuto è impermeabile. L’altezza della colonna cresce fino a che l’acqua passa attraverso il tessuto

I gusci possono riportare valori che vanno da 5.000 a più di 30.000 mm, interpretiamo questi dati: una membrana con una colonna d’acqua pari a 5.000 mm assicura al guscio una minima resistenza all’acqua, invece fino a 15.000 mm la giacca si può definire impermeabile, sopra a questo valore è altamente impermeabile (attenzione però alla traspirabilità…).

Membrane che riportano il valore di 20.000 mm di colonna d’acqua sono il GoreTex, il Powertex, lo Scholler, oppure il Sympatex e il Marmot MemBrain® Strata  che sopportano una pressione fino a 25.000 mm. Invece, il MammutDry Tech è meno impermeabile, parliamo di valori compresi tra 10.000 e 20.000 mm, però garantisce una maggiore traspirabilità.

Impermeabilità al vento

  • Oltre all’impermeabilità all’acqua, per non accusare freddo è importante anche il grado di resistenza al vento: si misura in CFM (valore zero = protezione totale dal vento) e dipende anche dalla traspirabilità del tessuto. A titolo di esempio, un valore CFM inferiore a 2 è quello riportato dal Gore WindStopper, uno dei prodotti migliori la protezione del vento e pioggia, come anche il Gore Thermium e il Polartec (valore CFM di circa 0,5). Tessuti con valori bassi di CFM sono indicati per le rigide temperature invernali poiché in questo caso il guscio deve prima di tutto proteggerci dal vento e di conseguenza dal freddo. La minore traspirabilità la possiamo accettare visto che la “pressione differenziale” (ne parliamo qui di seguito) è comunque assicurata da un ambiente freddo, generalmente non umido e difficilmente caratterizzato da pioggia battente.

 

Traspirabilità e permeabilità al sudore

Le molecole prodotte dal sudore devono poter essere rilasciate all’esterno della giacca:  il valore numerico che indica questa capacità, “forza trainante” o “pressione differenziale“, è il MVTR (Moisture Vapor Transfer Rate), ossia la quantità di vapore acqueo che attraversa un metro quadro di tessuto traspirante in 24 ore. L’unità di misura è g/m²/giorno (più questo valore sarà alto, più il tessuto sarà traspirante e  confortevole). 

Ovviamente il valore dipende dal nostro corpo ma anche dalle condizioni ambientali esterne: più l’ambiente è umido minore è la “forza trainante”, infatti per il secondo principio della termodinamica l’aria calda e umida si sposta in cerca di un equilibrio verso l’aria fredda e secca  (disperdiamo più facilmente calore e sudore quando fa più freddo).

La ricerca dell’equilibrio si fa più difficile se l’ambiente interno al guscio è simile a quello esterno, e purtroppo sono le situazioni tipiche delle giornate uggiose e piovose. Un’altra unità di misura della traspirabilità di un tessuto è il RET (Resistance of Evaporation of a Textile), in questo caso valori compresi da 0 a 6 sono ottimi e sono membrane estremamente traspiranti come GoreTex Pro, PacLite, Marmot Membrain Strata.

Da 6 a 13 il tessuto è molto traspirante (ad esempio Gore Performance e Powertex), fino a 20 sono ancora accettabili, sopra 20 iniziamo ad avvertire la sensazione di bagnato dovuta al sudore. Quindi, in base alla RET, tessuti tecnici ideali per attività ad alta intensità motoria devono avere valori numerici bassi.

La traspirabilità aumenta con il diminuire dell’impermeabilità: tra i tessuti che riportano valori RET bassi possiamo nominare anche lo Scholler, inferiore a 2 (MVTR pari a 18.000 g/m2/24h), oppure il MammutDry Tech (MVTR da 43.000 a 10.000 g/m2/24h a seconda delle versioni), il Marmot MemBrain® Strata (MVTR pari a 20.000 g/m2/24h), il Dermizax Dt (colonna d’acqua di 20.000 mm e MVTR pari a 30.000 g/m2/24h), l’Entrant Dt (colonna d’acqua 20.000 mm e MVTR pari a 5.000 –  15.000 g/m2/24h), e l’esclusiva tecnologia Marmot PreCip (MVTR da 12.000 g/m2/24h), ideale per capi leggeri, comprimibili e confortevoli.

Leggerezza e resistenza

La leggerezza del guscio dipende soprattutto dal peso del filato di un tessuto. In questo caso l’unità di misura è i “denari“, la densità lineare: D è la massa espressa in grammi (1 gr) di un filo di lunghezza pari a 9 chilometri. Giusto per portare degli esempi, il Cordura degli zaini, tessuto pesante ma notoriamente resistente e durevole (10 volte più durevole del cotone, 3 volte rispetto al polyestere comune e 2 volte più del nylon), va da 500 a 1000 D.

Ci sono gusci molto leggeri, come il Marmot MemBrain® Strata, con 2,5 strati che non richiedono fodere interne, quindi anche più confortevoli, leggermente stretch e molto più traspiranti.

Tre elementi 

Impermeabilità all’acqua, impermeabilità al vento, permeabilità al sudore, leggerezza e minimo ingombro, resistenza, sono caratteristiche  che dipendono dalla combinazione di tre elementi principali del guscio:

  1. Tessuto esterno
  2. Membrana in tecnofibra
  3. Fodera interna
  • Tessuto esterno

    La membrana in tecnofibra viene utilizzato insieme ad un tessuto esterno, il più delle volte resistente alle abrasioni e che mantenga la traspirabilità tipica.Il tessuto esterno può subire trattamenti, tipo il DWR o il Teflon, che lo rendono idrorepellente, resistente alla neve o a una pioggia non battente.

  • Membrana in tecnofibra

    Una distinzione importante ai fini dell’acquisto del guscio è il numero di strati della membrana in tecnofibra:

  • 3 strati: la membrana è incollata tra il tessuto esterno e la fodera interna. Questo consente una minore usura e maggiore longevità della membrana poiché gli strati non sfregano tra loro. Anche le performance del tessuto sono migliori.
  • 2 strati: la membrana è laminata solo al tessuto esterno, mentre la fodera interna è generalmente libera. Soluzione più economica ma meno leggera, inoltre la fodera separata consente una migliore vestibilità, maggiore comfort e versatilità.
  • 2,5 strati: la membrana è incollata solo al tessuto esterno, mentre il lato interno anziché la fodera riporta una spalmatura di vernice protettiva. Soluzione che conferisce grande leggerezza al tessuto.
  • La membrana può essere laminata a un tessuto leggero e libero, tra il tessuto esterno e la fodera.

La tecnofibra dei gusci nove volte su dieci è costituita da dieci membrane di GoreTex composto da politetrafluoroetilene (PTFE), un polimero che appartiene alla classe dei perfluorocarburi (PFC). A proposito dei polimeri sintetici v’invitiamo a leggere l’articolo “Noi che AMIAMO L’AMBIENTE lo stiamo ROVINANDO? Diciamo NO ai PFC dove si fa una disanima su questi prodotti dannosi per l’ambiente.

Restando alla membrana che ha stravolto il concetto di traspirabilità ed impermeabilità degli ultimi 50 anni, si divide in GoreTex Pro e GoreTex Active.

  • I gusci GoreTex Pro sono più adatti per usi intensivi, tipo alpinismo, poiché sono molto resistenti all’abrasione, quasi sempre possiedono aperture di ventilazione, cappuccio molto ampio e regolabile per ospitare il casco, spesso tasche napoleoniche per non dar fastidio all’imbrago.
  • I gusci GoreTex Active prediligono la leggerezza e la compattezza, quindi più adatti per il trekking e trail.

Entrambi i gusci sono impermeabili (le colonne d’acqua che sopportano vanno oltre i 20.000 mm di colonna d’ acqua).

Oltre al più conosciuto GoreTex ci sono altri materiali composti da politetrafluoroetilene, tra le fibre chimiche possiamo nominare anche il PowerTex adottato da Salewa, tessuto altamente traspirante, resistente all’acqua e al vento, idrorepellente e durevole. Inoltre è leggero, morbido e comodo da indossare. Nelle attività aerobiche la membrana Anche i tessuti Powertex sono disponibili in due, due e mezzo e tre strati.

Una soluzione più economica e leggermente inferiore dal punto di vista tecnico è la spalmatura, o induzione, una specie di pasta applicata all’interno del tessuto che lo rende impermeabile ma anche traspirante (in questo caso è necessaria una fodera interna che protegga la pasta dagli attriti e quindi usura con altri indumenti indossati sotto al guscio).

La fibrotecnica rispetto alla spalmatura è più traspirante, morbida, leggera e resistente.

 

Vediamo ora alcuni modelli realizzati da alcune tra le aziende più affidabili nell’ambito delle attività outdoor:

 

Mammut Convey Tour Hooded Gore-Tex

Giacca impermeabile in Gore-Tex a 2.5 strati, traspirante, resistente all’acqua, resistente al vento, antivento. Colonna d’acqua 28.000 m. 

Caratteristiche tecnicheChiusura chiusure Velcro, cerniera lampo • Colletto proteggi mento • Maniche lunghe e tasche sui fianchi • Materiale funzionale Gore-Tex, Gore-Tex Paclite • Materiale poliestere • Strati 2.5

Arc’teryx Beta LT GORE-TEX®

Un guscio leggero (345 gr nella tg m) ed estremamente versatile realizzato con membrana GORE-TEX® Pro. Il guscio di Arc’teryx è dotato di ampio cappuccio regolabileStormHood™ in grado di ospitare un casco d’alpinismo e non limitare in nessun modo la visuale.

Caratteristiche tecniche • Peso 345 gr • 2 tasche scaldamani • Tasca interna con zip • Zip ascellari di ventilazione • Coulisse di regolazione in vita

Arc’teryx Giacca Alpha Ar Gore

Giacca hardshell in 3 strati

Caratteristiche tecniche • Peso 365 gr • N40 p-X Gore-tex Pro leggero • Rinforzi N80p-X • Chiusura cerniera anteriore a 2 vie idrorepellente, con cursori RS • Aerazione cerniere avambraccio con protezione cursore • 2 ampie tasche sul petto e 1 tasca interna di sicurezza • Cappuccio idoneo al casco, perfettamente regolabile anche con i guanti, con schermo rinforzato • Polsino regolabile; stringa nell’orlo con speciale struttura anti-scivolamento cinghia

Patagonia – Giacca Triolet Donna

Guscio in Gore-Tex® versatile per qualsiasi attività outdoor in montagna. Tessuto in Gore-Tex a 3 strati, la giacca si avvale anche del trattamento DWR (idrorepellente a lunga durata) per una protezione ottimale da pioggia e umidità.

Caratteristiche tecniche • Peso 587gr • Materiale 75 denier 100% poliestere Gore-Tex con trattamento DWR • Due tasche per mani con zip e due tasche al petto con zip •  Cappuccio regolabile, polsini Velcro cuffs e zip antiacqua

The North Face – Evolution II Triclimate

La giacca Evolution Triclimate® è costruita per eccellere in tutte le condizioni climatiche grazie ai due strati che si combinano tra loro tramite cerniera per offrirti una protezione versatile 3 in 1 lungo il percorso. Indossa la giacca shell o solo il pile interno nelle giornate più calde, o uniscili tramite cerniera per un calore e una protezione superiori quando fa freddo. La giacca shell è realizzata in tessuto DryVentTM completamente impermeabile e incredibilmente traspirante, così che rimarrai asciutto per tutto il tempo. Grazie al cappuccio regolabile e ripiegabile, alla fodera del collo in tessuto spazzolato, ai polsini regolabili e all’orlo con cordino a strozzo, potrai muoverti quanto vuoi nel massimo della comodità.

Caratteristiche tecniche • Cerniere ascellari • Polsini e orlo con bordo elastico • Cerniere ascellari • Fodera del proteggi mento e del collo in tessuto spazzolato • Cordino elastico di regolazione dell’orlo • 100% pile di poliestere riciclato

 

Salewa – Ortles 2 Gore-Tex® Pro guscio uomo

E’ una giacca a tre strati con membrana impermeabile e traspirante GORE-TEX® Pro. Progettata per l’alpinismo, è completa in ogni dettaglio funzionale. Sviluppata in collaborazione con alcune delle più prestigiose organizzazioni di guide alpine, offre un livello di protezione e funzionalità da professionisti per attività come alpinismo, sci alpinismo, progressioni su ghiacciaio e arrampicata su ghiaccio.

La Ortles 2 GTX Pro, inoltre, è dotata della costruzione Free Motion SALEWA, grazie alla quale il bordo inferiore della giacca non sale verso l’alto rimanendo in posizione durante l’arrampicata. Tra le altre caratteristiche funzionali: cerniere YKK impermeabili, cerniere di ventilazione e finitura tecnica impermeabile con cuciture termosaldate. Il robusto tessuto della giacca resiste nel tempo alle abrasioni ed è adatto ad affrontare le più dure e imprevedibili condizioni in alta montagna

Caratteristiche tecniche • Membrana GORE-TEX® Active Shell 3L High Tenacity 115 e Ng Plain Smooth 139 per una protezione ottimale • Peso 467 grammi • Colonna d’acqua 28.000 mm • Vestibilità Athletic Fit • Cuciture termosaldateAltre caratteristiche:  Cappuccio fisso compatibile con casco con doppia regolazione anteriore e posteriore. La costruzione specifica del sottobraccio garantisce libertá di movimento anche in fase di arrampicata (Free motion) • Polsini regolabili con chiusura a Velcro • Cerniere di ventilazione e frontali • Regolazione del fondo con cordoncino elastico e stopper • Spalle e maniche ergonomiche per una migliore vestibilità. Cerniera frontale con patta antipioggia interna. 2 tasche impermeabili sul petto offrono maggiore spazio per riporre gli oggetti.

 

Salewa – Agner Cordura Ptx 2.5L

Efficace protezione dalle intemperie, questo guscio impermeabile, antivento e traspirante è ideale per il trekking e l’alpinismo estivo. Il guscio particolarmente leggero ma robusto, è facilmente comprimibile e occupa un ingombro minimo nello zaino.

Questa giacca è ottima anche per l’arrampicata poiché le fibre in CORDURA® rendono il tessuto più resistente alle abrasioni; inoltre le maniche ergonomiche e la costruzione Free Motion offrono ampia libertà di movimento, evitando che il bordo inferiore della giacca si alzi mentre si arrampica.

Caratteristiche tecniche • Membrana 2.5 strati Powertex® con fibre in CORDURA® • Peso 300 grammi • Tessuto Cordura® • Colonna d’acqua 10.000 mm • Trattamento idrorepellente DWR • Vestibilità Athletic Fit • Cuciture termosaldateAltre caratteristiche  Cappuccio anti-tempesta integrato nel collo alto, compatibile con il casco da arrampicata e regolabile posteriormente con una sola mano. Innovativo soffietto nascosto che garantisce perfetta compatibilità all’uso con e senza casco. Collo integrato nel cappuccio con parte frontale alta garantisce la massima protezione.

 

Salewa – Pedroc Gore-Tex® Act

È un guscio leggero realizzato da Salewa per offrire protezione e funzionalità durante l’allenamento in montagna, speed hiking, hiking e trekking tradizionali. Inoltre questa giacca davvero leggera è dotata di costruzione Free Motion per impedire che il bordo inferiore della giacca salga verso l’alto durante i movimenti rapidi e dinamici.

Le tasche di ventilazione foderate in mesh e una finitura completamente impermeabile con cuciture saldate impreziosiscono questo prodotto comprimibile che una volta ripiegato occupa uno spazio minimo nella zaino.

Caratteristiche tecniche • Membrana 3 strati GORE-TEX® Active Shell • Peso 344 grammi •  Colonna d’acqua 10.000 mm • Trattamento idrorepellente DWR • Vestibilità Athletic Fit • Cuciture termosaldate Altre caratteristiche  Cappuccio fisso con regolazione posteriore.

Spalle e maniche ergonomiche per una migliore vestibilità. Cerniera frontale con patta antipioggia interna. 2 tasche impermeabili sul petto offrono maggiore spazio per riporre gli oggetti. Tasche in rete servono anche per la ventilazione. Regolazione del fondo con cordoncino elastico e stopper.

Arc’Teryx – Men’s Beta LT Jacket

Questo guscio dall’ottima vestibilità, comfort e massima mobilità, è stato realizzato in GoreTex® con tecnologia di Paclite nel corpo principale per ridurre il peso e diminuirne il volume nello zaino; il GoreTex® con tecnologia di tricot 3L nelle zone di maggiore usura garantisce resistenza e durata. Inoltre, il DropHood ™ consente una maggiore vestibilità e aumenta la libertà e la visibilità periferica del cappuccio.

Caratteristiche tecniche • Membrana GoreTex® con tecnologia di Paclite + GoreTex® con tecnologia di tricot 3L  • Peso 380 grammi •  Colonna d’acqua 10.000 mm • Trattamento idrorepellente DWR • Altre caratteristiche  Chiusure lampo impermeabili ™ riducono al minimo l’uso di materiali. Due tasche, tasca laminata interna con cerniera. Casco DropHood compatibile ™. Stormhood compatibile casco è progettato per fornire la massima protezione dagli elementi senza limitare i movimenti o la visibilità. Ergonomico patterning 3-Dimensional porta un ulteriore livello di articolazione.

Mammut – Nordwand Pro HS Hooded Gore-Tex®

È un guscio ideale per alpinismo classico e arrampicata su terreno misto o ghiaccio. Si tratta di un capo della linea Extreme Eiger, la più performante del marchio Mammut, ed è perfetta per chi ricerca il top delle prestazioni.

Il guscio Mammut Nordwand Pro HS Hooded è realizzato con membrana GORE-TEX® Pro, estremamente impermeabile e traspirante, robusto e resistente alle abrasioni, il migliore per le condizioni più impervie. Per migliorare la libertà di movimento sono stati inseriti degli inserti in tessuto GORE-TEX® 3 strati elasticizzato.

Patagonia – Cloud Ridge Jacket Men

Questa giacca leggera e robusta, di membrana di poliestere riciclabile ed un tessuto faccia poliestere riciclato, comprimibile, a 3 strati, unisce l’impermeabilità e traspirabilità ad un ottimale comfort sulla pelle.

Infatti, i tessuti H2No Performance Standard a 3 strati, rivestiti con il trattamento DWR, che impedisce al tessuto esterno di saturarsi consentendo così alla barriera traspirante di fare il proprio lavoro, sono completamente impermeabili, anti-vento e traspiranti per definizione grazie all’avanzata combinazione di più elementi: un tessuto esterno idrorepellente, una barriera impermeabile/traspirante unita ad una fodera interna ultra-leggera.

L’intera combinazione di tessuti è altamente comprimibile, impermeabile, anti-vento, traspirante e concepita per resistere all’esposizione prolungata in ambienti estremi.

Caratteristiche tecniche • Membrana laminato a 3 strati, tessuto ripstop 30 denari (100% Nylon, riciclato), H2No Performance Standard • Peso 391 grammi •  Trattamento idrorepellente DWR Altre caratteristiche  Casco Alpine compatibile che si può regolare comodamente anche con i guanti. Tasche alte con zip, polsini regolabili.

Patagonia – Super Alpine

Si tratta di un guscio a 3 strati in GORE-TEX® Pro espressamente studiato per le attività impegnative dove è richiesta alta resistenza all’usura e protezione. La vestibilità è tecnica, con le tasche alte per permetterne l’utilizzo con l’imbrago, studiata per non ostacolare i movimenti.

Caratteristiche tecniche • Membrana laminato 3 strati Gore-Tex Pro • Peso 454 grammi • Trattamento DWR • Altre caratteristiche Casco Compatibili Optimal visibility hoodtm con targhetta laminata per un’ ottima visibilità in cattive condizioni climatiche. Touch Point SystemTM Stopper regolabile con integrato nel cappuccio e orlo.

Keilei mescolatura sotto le braccia permettono di allungare le braccia verso l’ alto a, senza che la giacca hochrutscht

Millet K Expert GTX Pro

Giacca per alpinismo tecnico, serie expert, da usare tutto l’anno. La resistenza e quindi la durata non vanno a discapito della ergonomia e vestibilità, offre un’ottima libertà di movimento. Il cappuccio è regolabile e ha una visiera di protezione che consente una visione panoramica. Inoltre, è compatibile con il casco.

Caratteristiche tecniche • Membrana GoreTex® Khumba 3L • Peso 585 grammi • Trattamento idrorepellente DWR • Tessuto Pannelli in GoreTex® Stretch Waru 3L e rinforzo: SCHOELLER® Keprotec® aramide Kevlar®  • Altre caratteristiche  Cuciture termosaldate. Chiusura centrale con doppia cerniera.

Tutte le cuciture sigillate termicamente, 13 mm Nastri / zip idrorepellente. Cappuccio per alpinismo, casco compatibile, regolabile, visiera protettiva, visione panoramica. Giunti elastici, rinforzato spalle. Prese d`aria di grandi dimensioni zip. 4 tasche con zip. Tasca interna con zip. Doppia chiusura a zip cursore. Regolabile orlo, collo e polsi.

Haglofs Couloir V Jacket Saffron

Giacca da uomo resistente e confortevole, in Gore-Tex Soft Shell, che permette di avere una giacca traspirante, calda e totalmente impermeabile. Adatta  per lo sci alpinismo e sci. 

Caratteristiche tecniche • Membrana 3 strati GoreTex® soft shell • Peso 845 grammi •b Altre caratteristiche Cerniere laminate durevoli e che non fanno passare una goccia d’acqua. Cappuccio regolabile e compatibile con il casco da sci.

Potrebbe interessarti anche:

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento