Proteggiamo le mani: I migliori guanti per l'outdoor | Trekking.it

Proteggiamo le mani: I migliori guanti per l’outdoor

0

Le estremità del nostro corpo sono le parti più esposte alle intemperie climatiche e al freddo

Durante le escursioni nei mesi invernali siamo sempre molto attenti ad utilizzare abbigliamento tecnico che ci protegga dal freddo e dai rapidi cambiamenti climatici che spesso ci sorprendono mentre ci troviamo in montagna.

Spesso però l’elevata attenzione per pantaloni, giacche impermeabili e abbigliamento intermedio non la si presta anche per altre parti del nostro corpo che sono molto esposte al freddo e le intemperie.

Durante le escursioni sulla neve, con le ciaspole o a piedi, non è poi così raro incontrare persone che affrontano la montagna perfettamente coperte ma senza guanti, magari perché il tempo soleggiato o l’assenza di vento ci danno l’illusione di poterne fare a meno ma, in realtà, non è così.

Non bisogna infatti dimenticare che durante l’attività outdoor le nostre mani non servono solo per impugnare lo smartphone o la macchina fotografica ma sono dei veri e propri “strumenti” che possono essere sottoposti a sforzi e frizioni improvvise, magari a causa della perdita di equilibrio sulla neve oppure per spostare rami innevati che ostruiscono il passaggio. Ecco perché non bisogna mai dimenticare di includere un paio di guanti tecnici nel nostro corredo da trekking invernale.

Si tratta di un’attrezzatura essenziale non solo per i casi di “emergenza” ma soprattutto perché, le nostre mani, sono le più esposte alle basse temperature e, in particolare quando si compie uno sforzo fisico, il sangue tende a concentrarsi nelle parti centrali del nostro organismo, intorno agli organi vitali, e nei muscoli che sono in attività, lasciando in questo modo poco irrorate le estremità come le mani che, infatti, tendono spesso a raffreddarsi.

Quindi che decidiate di andare a fare una escursione con le ciaspole in alta montagna, una camminata in collina approfittando delle abbondanti nevicate anche a quote più basse oppure un bel percorso urbano, non dimenticate di mettervi i guanti. Scendendo più nel dettaglio vi consigliamo dei guanti tecnici che siano:

  1. Impermeabili: Nel caso vengano in contatto con la neve o con l’acqua devono mantenere la mano asciutta.
  2. Imbottititi: Devono trattenere il calore e isolare dal freddo esterno. I guanti tecnici per l’outdoor hanno un’altra caratteristica molto importante, la traspirabilità. Infatti è importante che durante sforzi particolarmente intensi il calore e il sudore prodotti dalla mano siano smaltiti verso l’esterno per evitare che si accumulino all’interno del guanto.
  3. Resistenti: Il guanto tecnico deve garantire una certa resistenza agli urti e agli strappi, perchè durante un’attività outdoor invernale non è raro che vengano sottoposti allo stress di un urto o di una frizione su una superficie abrasiva.  

Vediamo alcuni modelli di guanti tecnici con caratteristiche e prezzi adatti a diversi utilizzi

 

I Norrona Trollveggen Dri 1 – Guanti con Primaloft

Questi guanti sono stati pensati e realizzati per l’alpinismo, ma sono ottimi anche per altre attività outdoor ad alta quota, dalle ciaspole allo sci alpinismo. Esternamente il loro tessuto è costituito da una membrana tecnica e traspirante, la c.d. Dri 1, e da pelle. L’interno del guanto è invece costituito da una imbottitura in Primaloft Gold. Quest’ultimo tessuto tecnico è quello che garantisce il miglior isolamento e riscaldamento, mantenendo però delle ottime doti di morbidezza.

Insomma un guanto che unisce l’elevata impermeabilità e l’isolamento termico con un comfort e un’indossabilità invidiabile, adatto per le persone più esigenti e che magari patiscono di più avere le “mani coperte”. 

Guanti Salewa Ortles col Polartec

Veniamo ad un’altra azienda che non ha di certo bisogno di presentazioni quando si parla di attrezzature e abbigliamento da montagna, stiamo parlando di Salewa, che con i suoi guanti Ortles ha realizzato un prodotto dalle performance davvero eccezionali.
La vocazione di questo accessorio è l’alpinismo, infatti la struttura e i materiali utilizzati per la realizzazione di questo guanto riescono a coniugare in modo ineccepibile l’isolamento termico e la traspirabilità con una perfetta indossabilità che dona grande sensibilità alla mano, quasi come se non lo si stesse indossando.

 È il tessuto Polartec Power Shield a mantenere la mano perfettamente calda che, grazie alle sue caratteristiche di elasticità e morbidezza, riesce a riparare dal vento, dal freddo e dall’umidità garantendo una perfetto comfort alla mano.

Abbiamo parlato dell’importanza della resistenza, questo guanto Salewa ha un rinforzo per il palmo della mano proprio per garantire resistenza agli urti e alle frizioni.

Piani di Montasio

Piani di Montasio

Guanti Black Diamond Rambla col Gore-Tex

 La Black Diamond, azienda leader nel mercato dell’abbigliamento e delle attrezzature da outdoor, non poteva essere ignorata in questo elenco dei migliori guanti per l’outdoor invernale.
Stiamo parlando del modello Rambla, che sono la versione più soft del fratello maggiore Super Rambla.

I materiali che costituiscono la struttura del guanto sono quelli essenziali per un accessorio da montagna che si rispetti. A partire dagli inserti di pelle, passando per la Primaloft Gold, membrana dalle straordinarie capacità isolanti, fino ad arrivare alla membrana Gore-Tex che l’azienda americana ha deciso di utilizzare per le straordinarie capacità di impermeabilità e traspirabilità. 

Insomma si tratta di un guanto assolutamente adatto ad ogni utilizzo per outoor invernale, anche in condizioni di quota elevate e temperature molto basse.

 

Guanti Columbia Inferno con OutDry

La Columbia propone la linea Inferno, si tratta di guanti invernali per l’outdoor pensati per un utilizzo invernali in diverse discipline, dalle ciaspole, passano per lo sci alpinismo e il fondo, fino all fino all’escursionismo tradizionale.

Come tutti gli accessori tecnici che abbiamo presentato in questo articolo anche i Columbia garantiscono impermeabilità e isolamento termico ma questi guanti utilizzato una membrana particolare che garantisce ottime performance, la OutDry.

Questa membrana utilizza un processo brevettato di costruzione per creare una barriera traspirante impermeabile formata da un unico corpo.

Uno strato impermeabile è termosaldato direttamente al materiale esterno, senza l’utilizzo di cuciture, buchi e o altri spazi che hanno il grave difetto di essere punti deboli per l’impermeabilità. Insomma un ottimo guanto per l’outdoor invernale.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

A proposito dell'autore

Massimo Clementi

Web Content Manager di Trekking.it. Social media, scrittura e contenuti sono il mio pane quotidiano. Appassionato di montagna, trekking e attività outdoor. Mi prendo cura ogni giorno dei contenuti di trekking.it, mi assicuro che siano di qualità e utili per chi li legge. Cerchiamo di prendere i migliori ingredienti dalla grande giungla di internet per "cucinare" articoli e approfondimenti che sappiano dare valore ai nostri lettori.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento