Riutilizzare le bottiglie di plastica non è sicuro. Scegliamo la borraccia giusta | Trekking.it

Riutilizzare le bottiglie di plastica non è sicuro. Scegliamo la borraccia giusta

La scelta di una borraccia deve essere valutata e non lasciata al caso. Basta riciclare la classica bottiglietta di plastica usa e getta! Vogliamo incoraggiarvi a fare la scelta giusta per tutelare la vostra salute e aiutare l’ambiente: comprate un contenitore Bpa-Free oppure, meglio ancora, una borraccia in alluminio o un contenitore in acciaio inox inossidabile.

È un vizio comune riutilizzare le bottiglie di plastica per riempirle con acqua di fonte durante le nostre escursioni. Siamo così attenti a contenere il peso dello zaino che erroneamente si antepone la fatica alla salvaguardia della nostra salute. Alla classica borraccia si predilige questo oggetto tutt’altro che salubre, un po’ per semplicità, un po’ perché la bottiglia di plastica è quanto di più leggero ci possa essere. La verità però è un’altra: i contenitori dell’acqua minerale sono prodotti e commercializzati per essere utilizzati solo una volta perché potrebbero rilasciare sostanze nocive dal contenitore al contenuto.

L’alternativa più economica potrebbe essere la borraccia in plastica, comunque leggera, inadatta però a trattenere una temperatura costante e a conservare la qualità del suo contenuto. Senza trascurare l’aspetto più importante: può avere ripercussioni sulla nostra salute.

Escursionista con borraccia

Ph: Shutterstock.com / Maridav

Apparentemente, la scelta più appropriata potrebbe essere il contenitore in vetro: totalmente riciclabile e amico dell’ambiente, non nuoce alla nostra salute. Questo derivato del siliciio ha la capacità di conservare inalterato il gusto e la freschezza dell’acqua e la protegge dalle contaminazioni batteriche. Peso e fragilità sono però i suoi punti deboli! Basta un movimento disattento per scivolare sul sentiero, cadere con lo zaino e rompere la bottiglia in tanti pezzi. Noi escursionisti dobbiamo ragionare su un contenitore leggero, pratico, salutare e resistente, insomma, un contenitore da zaino.

La scelta, lo abbiamo detto, non deve ricadere sulla plastica: in fin dei conti con pochi euro in più possiamo procurarci borracce realizzate con materiali più sicuri rispetto al riutilizzo delle bottiglie dell’acqua minerale (PET) che potrebbero essere contaminate anche da batteri. Infatti, nemmeno un lavaggio accurato con acqua calda e un altrettanto accorto risciacquo, ci metterebbe al sicuro: infatti, il detersivo per piatti non elimina qualsiasi tipo di batterio e nulla impedisce al bisfenolo A, solitamente abbreviato in BPA, di trasferirsi nei liquidi che noi beviamo.

Nivolet , Gran Paradiso National Park (Ph Enrico Bottino)

Studi scientifici hanno confermato che questo elemento, usato per la fabbricazione dei contenitori di plastica, è un interferente endocrino che agisce sul corretto sviluppo psicofisico infantile, per questo è stato vietato l’impiego in prodotti per l’infanzia, il biberon in primis.

Il BPA sarebbe anche responsabile dell’insorgere di tumori al seno, alla prostata e al fegato, oltre ad alterare gli ormoni sessuali con perdita di fertilità maschile e femminile. Ce ne sarebbe abbastanza per proibirne l’uso, ma purtroppo il bisfenolo A è ancora utilizzato per contenitori e in oggetti di plastica di uso comune che possono venire a contatto con gli alimenti, questo perché è usato nel policarbonato, un tipo di plastica rigida trasparente e altamente performante. Anche le borracce vengono realizzate con l’uso del plastificante ubiquitario.

Per l’escursionista la garanzia dell’assenza di bisfenolo A dalla borraccia in plastica è la presenza nella confezione della dicitura BPA Free, cioè privo di bisfenolo. Però quanti di noi hanno notato tale formula nelle borracce che ci accompagnano e ci idratano nelle nostre escursioni? A dirla tutta, non è nemmeno dimostrato che le sostanze alternative, ad esempio i bisfenoli S e F (BPS e BPF), siano così diverse dal BPA (studi della Environmental Health Perspectives).

Alla fin fine, nemmeno la scritta BPA-Free può rassicurarci al 100%. Ad ogni modo, per limitare la nostra esposizione al BPA cercate di seguire queste poche e semplici regole:

  • non riscaldate alimenti in contenitori di plastica nel forno a microonde;
  • non tenete in mano gli scontrini e la carta termica che contiene molto bisfenolo;
  • bevete bevande e scegliete cibi contenuti nell’alluminio o nel vetro, non nella plastica;
  • usate alimenti freschi, non confezionati, privi di contenitori di plastica e di latta;
  • preferite acqua di rubinetto oppure acquistate acqua in bottiglie di vetro.

Acquistare bevande e alimenti confezionati in Tetra Pak rappresenta un’opzione sicura per chi desidera evitare la presenza di bisfenolo A nel packaging; infatti, questi contenitori nonostante siano costituiti in parte da plastica, non contengono bisfenolo A.

Borracce in alluminio o in acciaio inox

Bigstock CreativePhotoTeam.com

Due valide alternative alle bottiglie in plastica che generano montagne di rifiuti e che possono essere nocive, sono la borraccia d’alluminio o quella di acciaio inox.

Abbiamo pertanto ridotto la nostra scelta a due tipi di contenitori da zaino: l’alluminio resistente e leggero, oppure l’acciaio inox che dura più a lungo e non viene colpito dal fenomeno della corrosione nel tempo.

Una delle principali differenze tra le borracce in acciaio e quelle in alluminio è l’impatto ambientale dato dai rispettivi processi di produzione, che richiedono comunque un dispendio di energia inferiore rispetto alla plastica.

L’alluminio rispetto all’acciaio inox inossidabile, dovendolo estrarre dalla bauxite richiede un processo inquinante; inoltre, non essendo un elemento inossidabile, ha bisogno di un trattamento interno con vernice epossidica che potrebbe a lungo andare usurarsi e fessurarsi, creando discontinuità sulla superficie interna dove possono annidarsi germi e batteri.

L’acciaio inox non ha bisogno di alcun trattamento interno per renderlo sicuro per usi alimentari: è inerte nei confronti dei materiali con i quali viene a contatto e quindi non altera la qualità e il sapore degli alimenti. Questa caratteristica, insieme alla resistenza alla corrosione è dovuta alla presenza di cromo; quando sul contenitore si legge “acciaio inox 18/10”, significa che nella lega è presente un 18% cromo e un 10% nichel.

Quindi l’acciaio inossidabile rappresenta la scelta ecologica e sicura!

Testo di Enrico Bottino

 

Vediamo ora alcuni contenitori realizzati, appunto, in acciaio inox.

 

MIZUSI

Un marchio originale per bottiglie d’acqua sportive: la missione principale di Mizusi, azienda nata nel 2008 per intuizione del pro-snowboarder Jussi Oksanen, è fornire innovativi contenitori riutilizzabili che aiutano a ridurre gli sprechi creati da bottiglie e bicchieri monouso.

Mizusi Life – V8 

La Mizu Life V8 grazie alla doppia parete e la costruzione sottovuoto, è ideale per mantenere i liquidi caldi fino a 12 ore e freddi entro le 18 ore.  C’è la versione da 600 ml e quella da 800 ml. Caratteristiche: Volume 800 ml / 100% acciaio / Tappo a vite, con anello / Misure: altezza: 25,5 cm – diametro: 8 cm

 

24BOTTLES

Anche questa azienda italiana, di Bologna, contribuisce ad una minore emissione di carbonio nell’ambiente, fornendo alle persone bottiglie d’acqua in acciaio inox accuratamente progettate e riutilizzabili per un’idratazione quotidiana confortevole e sostenibile, al fine di avere il minimo impatto sull’ambiente.

24Bottles Clima Bottles

Questo modello è in acciaio inossidabile e mantiene le bevande calde per 12 ore e fredde per 24! Il suo design elegante e raffinato lo rende perfettamente comodo e facile da trasportare in qualsiasi occasione, dall’ufficio alla palestra, dal mare ai sentieri sui monti. 100% senza BPA, esenti da ftalati, privi di tossine. Non conserva o impartisce alcun sapore, non condensa, ampia bocca per il riempimento del ghiaccio e facile pulizia. Caratteristiche: Volume 500 ml / Acciaio inossidabile 18/8 per uso alimentare  / Peso 260 gr / Coperchio in acciaio inox con guarnizione in silicone resistente / Misure: altezza: 20,4 cm

 

KLEAN KANTEEN

L’azienda californiana è tra le prime ad aver introdotto le borracce in acciaio inossidabile, senza BPS e riciclabili, quindi già nel 2004 era impegnata per la sostenibilità e la salute.

Klean Kanteen Classic 27

La Classic 27oz è la borraccia in acciaio inossidabile progettata per bambini e adulti con una facile idratazione. Il design a parete singola è leggero e facile da portare ovunque. La finitura del rivestimento in polvere Klean Coat ™ è 4 volte più resistente. Caratteristiche: Volume 800 ml / 100% Acciaio / Peso 204 gr / Misure: altezza 26 cm – diametro 7 cm

 

CONTIGO WEST

Contigo produce alcune bottiglie in acciaio Inox, qui segnaliamo il modello Contigo West Loop Borraccia in acciaio inox Tumbler Isolato. Caratteristiche: Volume 470 ml / 100% Acciaio inox / Peso 331 gr / Misure: altezza: 39 cm – diametro: 8 cm

 

PURA

Con Pura, marchio statunitense, potete essere certi di utilizzare sempre una bottiglia al 100% priva di plastica, quindi certificata atossica. Questa borraccia è sicura ed ecologicamente avanzata, in acciaio inox 304 per uso alimentare, resistente e antibatterico. Il tappo sportivo in 100% silicone medicale Big Mouth™ permette un flusso scorrevole dei liquidi, con manicotto in silicone colorato One life… One bottle™ – si trasforma facilmente da una bottiglia sportiva in una bottiglia normale o da bambini, basta semplicemente sostituire il tappo in silicone.

Pura Sport Stainless Steel Bottle

Questo modello mantiene i liquidi freddi fino a 24 ore con ghiaccio. Priva di BPA/BPS, senza tossine come le bottiglie sportive o i tappi in plastica (Attenzione: il tappo sportivo Big Mouth™ non è progettato per bevande calde). Include fodera in silicone medicale con anello di trasporto rinforzato. Caratteristiche: Volume 650 ml / Acciaio inossidabile 304 per uso alimentare / Peso 109 gr / Misure: altezza: 14,5 cm – diametro: 7 cm

 

CHILLY’S

Anche per questa giovane azienda londinese, nata nel 2010 per opera di James Butterfield e Tim Bouscarle, la mission era ed è produrre contenitori che mantengano i liquidi al fresco senza incidere sull’ambiente, disincentivando così l’uso delle bottiglie d’acqua in plastica monouso. 

Chilly’s Bottle

Questo prodotto, moderno ed elegante, ultraleggero, è progettato per combinare la praticità di una bottiglia d’acqua in plastica con la tecnologia ad alte prestazioni e benefici ecologici di una borraccia tradizionale. La Chilly’s Bottle mantiene il caldo per 24 ore e il freddo per 12 ore, grazie ad un avanzato isolamento sottovuoto a doppio strato. Particolare piacevole, questo contenitore ha anche un design rivoluzionario. Progettata per uno stile di vita attivo e urbano, la Bottiglia Chilly’s non lascerà mai delle impronte sulla tua scrivania, le tue mani saranno sempre asciutte e la tua borsa non sarà mai umida. Ci sono i modelli da  260 ml, 500 ml e la versione da 750 ml. Caratteristiche: Volume da 260 ml, 500 ml e 750 ml / Acciaio inossidabile adatto all’uso alimentare 304 (18/8) per uso alimentare

 

S’WELL

Anche la fondatrice di questa azienda, Sarah Kauss, è stata mossa nel 2010 dalla volontà di realizzare contenitori che non danneggino il nostro pianeta, con un occhio di riguardo anche al design. Ciascuno prodotto è realizzato e composto da acciaio inossidabile 18/8, che aiuta a mantenere la vostra bevanda preferita calda o fredda.

S’Well 500 ml

I modelli sono tanti e differiscono per dimensioni, forme e stili. Il contenitore della S’Well mantiene le bevande fredde per 24 ore, calde per 12. Caratteristiche: Volume da 500 ml / 18/8 in acciaio inox a doppia parete, non tossico e senza BPA 

 

Potrebbe interessarti anche:

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento