Zaini: la scelta giusta. Suggerimenti e consigli | Trekking.it

Zaini: la scelta giusta. Suggerimenti e consigli

1

All’atto dell’acquisto lo zaino deve essere scelto con cura! La nostra attenzione è focalizzata su chi, per la prima volta, si avvicina al mondo e alle attrezzature outdoor. 

Inoltre, ripetere indicazioni, informazioni, consigli e piccoli segreti non è mai sbagliato, neppure nei confronti di chi, a ragion veduta ma a volte anche un po’ presuntuosamente, si ritiene un “esperto”. Perciò ecco, ancora una volta, i nostri consigli per la scelta del vostro più importante compagno di viaggio: lo zaino!

Quanto deve pesare lo zaino?

Ph Enrico Bottino

Perché rinunciare a quella piacevole sensazione di leggerezza immediata? Da provare anche quando la zaino è privo di contenuto…  L’aspetto del peso è proporzionalmente importante alla capienza dello zaino, soprattutto nel passaggio da 30 litri ai 70 tipici di trekking di più giorni.

L’errore più frequente di un “apprendista trekker” è sovraccaricare lo zaino, riempiendolo di materiali e attrezzature inutili; a prescindere però dal tipo di bagaglio scelto, esiste un parametro abbastanza preciso su quanto deve pesare lo zaino: dal 15 al 25% del peso di chi lo porta, a seconda dell’allenamento.

Un uomo di 80 chili in buona forma fisica può trasportare in modo continuativo uno zaino di circa 20 chili; lo stesso individuo, poco allenato e con qualche chilo di troppo, dovrà accontentarsi di una quindicina di chili per non “soffrire” più del necessario.

Parliamo di litri

Ph Enrico Bottino

Il volume (cioè la capienza) di uno zaino su misura in “litri”; si passa dai micro zaini da corsa che hanno un volume interno di 10/12 litri, ai giganti da carico che possono superare i 100 litri.

Il peso rappresenta un’altra caratteristica fondamentale per questo attrezzo: più pesante sarà la struttura “a vuoto” dello zaino, minore sarà il peso del materiale che potremo stivarci dentro senza renderlo troppo pesante!

Il peso di uno zaino è determinato dai materiali impiegati, dal numero di tasche, dalle imbottiture di spallacci e fascia ventrale, ma anche dagli accessori: copri zaino, fondo, cerniere, fettucce, ganci, etc.

Ecco perché più sobrio e “spartano” sarà il vostro zaino da carico, e più saranno le soddisfazioni che vi darà nei lunghi trekking sui sentieri del mondo. Non esistono “regole” precise, tuttavia è possibile stabilire una sorta di “tabella” tra volume e peso di uno zaino tecnico da trekking:

  • Zaino per escursione facile – Volume: 25 / 35 litri Peso a vuoto: meno di gr 1.200
  • Zaino per escursione giornaliera – Volume: 35 / 50 litri Peso a vuoto: gr 1.400 / 1.700
  • Zaino per trekking plurigiornaliero – Volume: 60 / 80 litri Peso a vuoto: gr 2.000 / 2/500

Gli zaini di grande capienza devono essere comunque robusti, confortevoli ed essenziali, con schienale che si adatta in altezza e larghezza e spallacci e cintura in vita imbottiti per sopportare grandi carichi!

Lo scomparto principale deve potersi espandere di capacità, spallacci e cintura imbottiti ed ergonomici, inoltre di solito c’è una cerniera di accesso frontale per non dover estrarre tutto ogni volta, cinghie di compressione laterali, porta accessori vari e parapioggia a scomparsa.

Quale zaino?

Arcipelago della Palmaria, Liguria (Ph Enrico Bottino)

Lo zaino altro non è che un “sacco” fissato a un telaio; la grande differenza, a parità di peso e caratteristiche, la fa la struttura del basto e dello schienale.

I prodotti tecnici per il trekking e l’alpinismo dispongono di utili accorgimenti per migliorare il comfort e la distribuzione del carico sulla schiena; strutture interne o esterne, rigide o semirigide, consentono di distribuire il peso in modo omogeneo dalle spalle al bacino, sfruttando l’ergonomia di spallacci sagomati e della fascia ventrale, ben imbottiti e in materiali traspiranti.

Salvaguardiamo la schiena

Castello della Pietra, Val Vobbia (GE) Ph Enrico Bottino

Nelle ultime stagioni, le aziende all’avanguardia si sono concentrate soprattutto sui dorsi, che sono la “cerniera” tra la nostra schiena e il contenitore con il carico.

Realizzati in materiali ipertraspiranti, solitamente a cellula chiusa che non assorbe sudore e umidità, i dorsi si differenziano in base alla capacità di carico dello zaino; in quelli leggeri e per escursioni giornaliere il dorso è solitamente in pezzo unico, curvato in modo da creare una zona libera tra corpo e zaino, in grado di garantire la massima areazione.

Negli zaini per trekking plurigiornalieri, che devono sopportare carichi decisamente più impegnativi, la caratteristica principale è la disposizione di zone di appoggio e ammortizzanti distribuite in base alla fisiologia della schiena, e tra queste si creano delle zone libere dove l’aria può circolare liberamente, evitando il ristagno del sudore.

Un altro dettaglio fondamentale riguarda le dimensioni dello schienale: un marcantonio di due metri ha esigenze diverse da una ragazza alta un metro e sessanta. Gli zaini migliori vengono ormai proposti in diverse misure e con molte possibilità di adattamento alla schiena.

Ph Enrico Bottino

Quindi lo schienale ergonomico deve adattarsi alla nostra postura, consentire un buon bilanciamento del peso, far respirare la schiena; alcuni zaini prevedono nello schienale una rete tensionata che lascia respirare la schiena e mantiene stabile il carico.

Gli spallacci, possibilmente imbottiti, devono dare la possibilità di bilanciare il peso sulla schiena e quindi – soprattutto per gli zaini più capienti – essere regolabili. Anche la cintura in vita, soprattutto per gli zaini plurigiornalieri, è fondamentale per scaricare parzialmente il peso sui fianchi.

In commercio si trovano anche zaini “modulari”, con il corpo centrale di ampie dimensioni (sempre superiori ai 70 litri) e una parte (solitamente il cappuccio o la tasca centrale) “estraibile” che diventa a sua volta un piccolo zaino da 10/12 litri.

Utilizzati come zaini di viaggio, non sono molto pratici per il trekking anche per il peso eccessivo.

Su zaini grandi è indispensabile la presenza delle cinghie stabilizzatrici sugli spallacci perché consentono un esatto posizionamento dello zaino.

Istruzioni per l’uso

ZAINI ©EnricoBottino 1724

Come per tanti altri prodotti tecnici, spesso i costruttori tendono ad “arricchire” eccessivamente i modelli, dotandoli di dettagli e accessori che spesso vanno poi eliminati per rendere “perfetto” il proprio zaino.

  • Tasche, fibbie e cordini, fettucce e altri particolari esterni e sporgenti sono quasi sempre un fastidio; evitate di trasformare lo zaino in un “albero di natale” addobbato all’esterno di oggetti e orpelli vari.
  • Il carico va sempre e solo compattato all’interno, e nulla deve “penzolare” al di fuori di esso.
    Gli scomparti devono essere pochi e ben organizzati. Anche perché gli elementi essenziali, come pile, ricambio e vettovaglie devono stare nello spazio principale dello zaino.
    Soprattutto gli zaini leggerissimi, da 15 litri al massimo, hanno tasche laterali esterne e nella cintura, oltre ad una apertura centrale con cerniera.
  • Gli zaini più capienti prevedono anche una grande tasca superiore, ideale per metterci la giacca antipioggia da avere sempre a portata di mano o indumenti bagnati che è bene separare dallo spazio interno centrale dello zaino.
    Nel caso di zaini da alpinismo tecnico sono utili sono anche le fibbie per piccozza, bastoncini da trekking e la rete elastica esterna per il casco. I cordini elasticizzati sono utili per compattare ulteriormente il carico.
  • Molto più utile, in fase di acquisto, verificare la qualità dei materiali impiegati e dei particolari (cerniere, ganci, imbottiture, telaio, etc); la solidità delle cuciture, soprattutto sull’attacco degli spallacci; tutti gli zaini di marca presenti sul mercato offrono buone garanzie, e a quel punto si potrà anche dedicarsi a scegliere il… colore preferito.
  • Mai esagerare con il volume delle tasche esterne, che se non perfettamente equilibrate possono sbilanciare il carico; meglio quelle a scomparsa, comprimibili, che seguono la sagoma dello zaino.
  • Un guscio impermeabile assolve il suo compito meglio di qualsiasi tessuto opportunamente trattato per rendere lo zaino impenetrabile all’acqua.
    I modelli più avanzati, soprattutto nei modelli di fascia medio/alta, nascondono una tasca con un mantello impermeabile da estrarre per proteggere lo zaino e il suo contenuto in caso di pioggia. Si può acquistare anche a parte, il nostro consiglio è procurarselo, soprattutto per escursioni plurigiornaliere perché nelle 24 ore il meteo cambia, soprattutto in montagna. Giunti al rifugio, avere un ricambio a portata di mano asciutto è una sensazione irripetibile.
  • Molto utile, soprattutto per trekking lunghi ma anche per gite di qualche ora, la separazione della parte superiore da quella inferiore, e la possibilità di accedere ad entrambe dall’esterno; di solito, nello scomparto inferiore vengono messi indumenti e saccoletto, e sopra i viveri, le cose di più frequente utilizzo e l’attrezzatura fotografica.
  • Per i grossi zaini da carico, utile ma senza esagerare il “prolungamento” che permette un aumento di una decina di litri del volume interno; ricordarsi tuttavia che uno zaino troppo “alto” oltre la linea delle spalle sbilancia e rende più faticosa la progressione, costringendo il busto ad una postura innaturale.

Lo zaino per il fotografo

Discorso a parte merita l’escursionista-fotografo. Lo sappiamo, la fotocamera e gli obiettivi devono restare al riparo dagli urti accidentali, gli zaini devono quindi avere imbottiture interne. Al tempo stesso l’attrezzatura deve essere ben organizzata e i divisori interni permettono di customizzare perfettamente l’interno in base al proprio corredo e a portata di mano. L’argomento l’ho affrontato nel seguente articolo: 

Due zaini sono meglio di uno

Non esiste uno zaino “universale” che possa andare bene per tutti e in ogni situazione: suggerisco pertanto per chi frequenta gli itinerari in tutte le stagioni di non limitarsi all’acquisto di un unico zaino. L’argomento l’ho approfondito nel seguente articolo: 

 

Testo e foto di Enrico Bottino

 

Zaini per trekking plurigiornalieri

Sono i “giganti” che, una volta riempiti, fanno paura a guardarli… indispensabile lo schienale totalmente “personalizzabile”, le cinghie di trazione del carico sulla parte superiore tra struttura e spallacci, e questi devono essere imbottiti con materiali idrofughi, così come la fascia ventrale.

Anche se esistono zaini con volumi superiori ai 100 litri, consigliamo di non superare mai gli 80, per il semplice motivo che più è grande il nostro zaino, più cose ci stiperemo dentro, pentendoci della scelta appena partiti.

Il peso a vuoto non dovrebbe superare i 2 chili, comprensivi di: doppio scomparto interno separabile e accessibile dall’esterno; ampio cappuccio con tasca esterna e interna; due tasche laterali; tasche con cerniera sulla fascia ventrale; copri sacco impermeabile; fondo rinforzato. Tutto il resto è solo peso in più…

 

FERRINO OVERLAND 65 + 10

Zaino da trekking robusto con doppio accesso alla parte frontale ed inferiore, cappuccio amovibile trasformabile in zainetto.

Caratteristiche tecniche – Peso 2,5 kg • Tessuto 420 HD invisible ripstop, Supertex®  • Tasche Doppia sul cappuccio, di sicurezza, laterali e frontale a soffietto, su fascia vita, interna sul dorso • Altre caratteristiche Corpo estensibile (+10 l)

 

FERRINO CHILKOOT 75

Zaino da trekking robusto con doppio accesso alla parte frontale ed inferiore, cappuccio amovibile trasformabile in zainetto. Dorso ergonomico super traspirante in tessuto reticolare, le imbottiture sagomate a doppia densità assicurano un’ottima traspirazione.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,5 / 2,05 kg • Tessuto Supertex®, Double Tech • Tasche Sul cappuccio, di sicurezza, laterali e frontale, su fascia vita • Altre caratteristiche Corpo estensibile (+10 l)

 

FERRINO ALPAX 70

Zaino trekking della Ferrino con dorso imbottito e trapuntato in tessuto reticolare traspirante. Spallacci con carico Bodybuilding, tasca in coperchio superiore, tasche laterali, e tasca frontale. Made di Bull, doppio Tech, e rinforzi in DuPont Hypalon

Caratteristiche tecniche –Peso 2,4 kg • Tessuto Supertex®, Double Tech Tasche Tasca in coperchio superiore, tasche laterali, e tasca frontale  Altre caratteristiche Dorso imbottito e trapuntato in tessuto reticolare traspirante, regolazione superiore degli spallacci.

 

SALEWA ALPTREK 50 + 5

Disegnato per i trekking su lunghe distanze e di più giorni, l’Alptrek 50+5 è uno zaino comodo, in nylon leggero e ultra resistente, con uno schienale integralmente regolabile e un volume di 50 litri. 

Lo schienale Pro Custom-Fit è semplice da regolare e a lunghezza variabile, con spallacci e cintura imbottiti con design anatomico, per un fit specifico uomo/donna. Inoltre, i richiami di carico assicurano un fit ottimale sulle lunghe distanze, mentre i sostegni lombari pre-formati garantiscono una perfetta aderenza e il corretto trasferimento del carico sui fianchi.

Le ampie tasche offrono spazio in abbondanza per i vestiti di ricambio o gli archi della tenda ed è presente un doppio accesso (anteriore e superiore) al vano principale, per recuperare l’attrezzatura in modo facile e veloce. E per un rapido accesso alle cose più importanti lungo il percorso. 

Con uscita per il sistema d’idratazione, porta-piccozza/porta-bastoncini, porta corda e cinghie di compressione laterali più opzione per volume addizionale (5 litri) sotto il top, staccabile e regolabile in altezza.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,8 kg • Tessuto 420Dx420D HD Nylon, 100Dx280D Nylon Twil Tasche le tasche on-the-go sono facilmente raggiungibili senza dover togliere lo zaino dalla schiena • Altre caratteristiche sistema di trasporto Custom-Fit Pro

 

DEUTER AIRCONTACT LITE 50+10

Uno zaino leggero, confortevole e abbastanza capiente per contenere tutti i vostri sogni, anche quelli in cui occorre partire portandosi tutto ciò che serve per un trekking di più giorni. Se è questo che state cercando, Aircontact Lite 50+10 di Deuter è la soluzione ai vostri problemi.

Garanzia di comodità è innanzitutto il sistema Vari Quick, che offre una regolazione rapida ed efficace dello schienale, mentre il telaio a forma di X consente una perfetta ripartizione del peso del carico. A questo si aggiungono il fascione ventrale regolabile con il sistema Pull Forward e gli spallacci ottimamente imbottiti.

Il cappuccio estensibile in altezza consente di portare il volume da 50 a 60 litri, mentre lo scomparto separato sul fondo (accessibile attraverso un’apposita zip), il comparto portavalori e biancheria, nonché una comodissima tasca elastica esterna, facilitano l’organizzazione del carico.

 

DEUTER AIRCONTACT 55+10

Negli ultimi tempi, l’evoluzione tecnologica dei materiali e delle soluzioni costruttive ha ridotto peso e ingombro delle attrezzature per il trekking, e anche per escursioni plurigiornaliere è ormai possibile utilizzare zaini di dimensioni medie, come l’AIRCONTACT 55+10 di DEUTER, fornito di doppio scomparto che permette lo stivaggio di tenda, saccoletto e abbigliamento di ricambio nella parte inferiore, e tutto il necessario per la giornata nella parte superiore.

Fondamentale uno schienale areato e in grado di distribuire il peso su tutta la schiena e sulle anche; le alette lombari a collocamento mobile VariFlex di questo modello distribuiscono omogeneamente il peso senza compressioni.

 

DEUTER AIRCONTACT PRO 70 + 15

Questi sono gli zaini della Deuter perfetti per viaggiare e per fare tour di trekking con molto bagaglio. Il nuovo, robustissimo, materiale esterno provvede a una lunga durata, il sistema Vari Flex ad un inimitabile comfort: le alette lombari ergonomiche rinforzate distribuiscono il carico omogeneamente e con il loro aggancio mobile riescono a seguire sovranamente anche movimenti più complessi.

Così si è in grado di superare anche passaggi difficoltosi senza perdere l’equilibrio, risparmiando forze. In combinazione con le stecche in alluminio, il sistema Vari Flex Deuter crea un sistema di trasporto con un rapporto ideale tra stabilità, efficiente trasmissione, perfetto controllo del carico e allo stesso tempo eccellente flessibilità.

Caratteristiche tecniche – Peso • 3,200 kg • Tessuto Deuter-Duratex 330D Micro Rip Pro 6.6 • Altre caratteristiche la regolazione delle alette lombari Pull-forward consente di stringerle facilmente e regolarle anche a carico pesante. • la cerniera lampo integrale frontale consente un accesso veloce al contenuto dello zaino • cintura interna per il fissaggio del bagaglio • cavità per la testa e cappuccio con cinghie di compressione per assicurare la posizione danno alla testa libertà di movimento  • cappuccio staccabile con scomparto con zip e due scomparti portavalori, che, tramite anelli di fissaggio e cinghie supplementari, si lascia trasformare in un lampo in un day-pack • cappuccio regolabile in altezza • tasca con zip su un’aletta per le piccole cose importanti • SOS label • cinghiette di compressione triple laterali • scomparto separato sul fondo • cinghie di compressione sul fondo • tasche laterali a soffietto contengono molto bagaglio in più oppure servono come scomparto per una sacca d’idratazione Streamer  • tasche esterne per paletti da tenda  • attacchi funzionali e ampio scomparto con zip sulla parte anteriore dello zaino  • involucro antipioggia amovibile • scomparto biancheria umida

 

FERRINO TRANSALP 80

Robusto zaino della Ferrino da trekking multi tasche dotato di accesso addizionale frontale al comparto principale.

 

Caratteristiche tecniche – Peso 2,45 kg • Tessuto Jacquard Weave 500D • Supertex® • Rinforzi in Hypalon® • Sistema di trasporto  Dorso D.E.A • Dorso super traspirante in tessuto reticolare • Regolazione superiore spallacci • Tasche Doppia tasca sul cappuccio Tasca di sicurezza • Tasche laterali • Tasca frontale in rete • Tasche laterali in rete Taschini su fascia vita • Altre caratteristiche Doppio fondo a soffietto con accesso frontale • Accesso frontale al comparto principale dello zaino • Nastri di compressione frontale • 2 asole porta piccozze/bastoncini a scomparsa • Porta materiali in nastro sul fondo • Asole su cappuccio • Copri zaino amovibile • Compatibile H2 bag

 

DEUTER Aircontact 65 + 10

Per lunghi anni, gli zaini della Deuter, gli Aircontact, hanno dato buoni risultati e conquistato la valutazione di “indistruttibili”. Rimangono estremamente robusti, ma anche moderni e snelli nel trekking o nelle camminate d’alta quota. E in più sono diventati ancor più confortevoli: grazie ai nuovi spallacci Active-Fit applicati in maniera mobile e alle alette lombari rielaborate, gli zaini aderiscono bene al portatore – per un comfort ancor più avvertibile. Per le donne, il nuovo sistema è stato dotato delle già sperimentate particolarità della vestibilità SL. Inoltre è nato il nuovo modello 70+10 SL.

Caratteristiche tecniche – Peso 2,350 kg • Tessuto Deuter-Duratex 330D Micro Rip Pro 6.6 • Altre caratteristiche scomparto sul fondo separato • grande apertura frontale per un accesso veloce al carico • alette Vari Flex mobili e compatte con regolazione Pull-forward • esatto controllo del carico tramite cinghie di compressione alle alette • le stabili stecche in alluminio profilato pluricamera disposte a X spostano il carico sulle alette lombari • tasche con zip alle alette lombari • cinghie di compressione laterali • cappuccio regolabile in altezza • tasca sul cappuccio • scomparto portavalori interno • due attacchi funzionali • asole per fissare il cappuccio • fissaggi per piccozza e bastone (cinghie con fessure, stipabili) • cinghie di compressione per lo scomparto sul fondo • doppio fondo • involucro parapioggia estraibile • scomparto laterale per carte stradali • grandi cassetti laterali • compatibile con sistemi d’idratazione • scomparto biancheria umida

 

DEUTER AIRCONTACT PRO 65+15

Compagno ideale per escursioni plurigiornaliere in tenda e campeggio, grazie ai suoi scomparti separati, lo zaino AIRCONTACT PRO 65+15 di DEUTER ha una costruzione dorsale che distribuisce omogeneamente il peso e consente di portare comodamente anche carichi “pesanti” con un’ottima areazione della schiena.

Gli spallacci Active Fit si adattano portatore e le fasce lombari permettono di “scaricare” parte del peso sul bacino. Il sistema VariFit- Slide con adattamento di precisione in continuo garantisce un posizionamento perfetto per ogni lunghezza dorsale.

Per le donne, il nuovo sistema è stato dotato delle già sperimentate particolarità della vestibilità SL. Inoltre è nato il nuovo modello 70+10 SL.

Caratteristiche tecniche – Peso 2,350 kg • Tessuto Deuter-Duratex 330D Micro Rip Pro 6.6 • Altre caratteristiche scomparto sul fondo separato • grande apertura frontale per un accesso veloce al carico • alette Vari Flex mobili e compatte con regolazione Pull-forward • esatto controllo del carico tramite cinghie di compressione alle alette • le stabili stecche in alluminio profilato pluricamera disposte a X spostano il carico sulle alette lombari • tasche con zip alle alette lombari • cinghie di compressione laterali • cappuccio regolabile in altezza • tasca sul cappuccio • scomparto portavalori interno • due attacchi funzionali • asole per fissare il cappuccio • fissaggi per piccozza e bastone (cinghie con fessure, stipabili) • cinghie di compressione per lo scomparto sul fondo • doppio fondo • involucro parapioggia estraibile • scomparto laterale per carte stradali • grandi cassetti laterali • compatibile con sistemi d’idratazione • scomparto biancheria umida

DEUTER FUTURA VARIO 50+10

Uno dei migliori sul mercato: il 50+10 mostra un’ottima ventilazione alla schiena grazie all’ergonomico sistema Aircomfort Sensic Vario.
Il telaio flessibile in acciaio, estremamente resistente, mantiene in tensione la retina e crea uno spazio di ventilazione affinché l’aria umida e calda si disperda. Inoltre, il trasporto confortevole e leggero è favorito dal sistema Vari-Slide (regolazione precisa sulla schiena), dagli spallacci Active-Fit regolabili automaticamente e dalle alette Variflex ECL che adattano il carico sui fianchi e impediscono a Futura Vario di cambiare posizione.

La comodità è garantita anche dalla possibilità di accedere ai vani interni attraverso punti diversi: il tradizionale coperchio superiore, l’accesso sotto il coperchio, una cerniera frontale a forma di U.
I materiali sono resistenti: telaio in acciaio e tessuto di poliestere 45% e nylon 55%. Deuter ha sviluppato il Super-Polytex, filo di poliestere 600 den e con uno spesso rivestimento in PU. Questo è un tessuto molto robusto e leggero che offre un’elevata resistenza all’abrasione.

 

Zaini per escursioni giornaliere

Ideali per contenere le poche cose che servono per un’escursione giornaliera: una borraccia d’acqua, qualche cibaria di conforto, una maglietta di ricambio e una giacca anti-pioggia/vento. Più è essenziale, più ce lo godremo; niente cinghie e fronzoli esterni, inutili le tasche esterne, deve sembrare un “prolungamento” del nostro corpo e consentire di muoversi con la massima agilità, camminando dovremmo addirittura dimenticarci di averlo addosso! Importante, in ogni caso, il dorso che deve permettere una buona areazione alla schiena. Il volume può variare da 20 a 40 litri, e il peso a vuoto non dovrebbe superare i 1.000/1.300 grammi.

 

FERRINO DRY-HIKE 32

Zaino completamente impermeabile grazie alla tecnologia Outdry®. Il dorso D.N.S. garantisce una perfetta ventilazione.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,75 kg • Tessuto Diamond HD, Supertex®, Rinforzi in Reinforced Laminated • Tasche Sul cappuccio con cuciture termo nastrate e lampo impermeabile, sul dorso per l’inserimento del sistema di idratazione, laterali in rete, su fascia a vita

FERRINO FINISTERRE 28

Zaino dal profilo lineare e completo di tutte le dotazioni. Il dorso D.N.S garantisce una perfetta ventilazione.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,55 kg • Tessuto Diamond HD, Supertex®, Rinforzi in Reinforced Laminated • Tasche Sul cappuccio, di sicurezza, frontale a soffietto, laterali in rete, su fascia a vita, interna sul dorso

SALEWA MIAGE 25

Zaino da 25 litri per alpinismo/via ferrata, robusto. Il suo sistema di trasporto Contact Fit assicura che lo zaino sia sempre vicino alla schiena, mentre le cinghie di controllo centrano il carico. Gli spallacci anatomici imbottiti e le altre imbottiture garantiscono un trasporto confortevole. Per arrampicare, è sufficiente togliere la placca ISB e la cintura ventrale e avrai uno zaino morbido compatibile con l’imbrago, con ganci per piccozza/bastoncini.

 Ulteriori caratteristiche: ganci multi-uso per ramponi ecc., tasca su cintura e porta corda.

Caratteristiche tecniche – Peso 0,97 kg • Tessuto Nylon • Tasche tasca su cintura e porta corda • Altre caratteristiche sistema di trasporto Contact Fit

 

SALEWA ASCENT 24

Zaino da 24 litri comodo e ben aerato per l’escursionismo. 

Il suo sistema di trasporto Air-Fit combina un leggerissimo telaio in acciaio al carbonio con un mesh su tutta la schiena per un’eccezionale aerazione.

Lo spazio di ventilazione tra lo zaino e il sistema di trasporto, unitamente alle aperture di aerazione assicurano un perfetto confort termico per un’intera giornata di trekking, mentre i richiami di carico e la cintura lombare ne aumentano la stabilità.

 La configurazione classica con uno scomparto principale, tasche laterali, tasca interna e tasca cintura offre molte possibilità per sistemare gli oggetti più piccoli. Include anche: sacca parapioggia, uscita per il sistema di idratazione, supporto per piccozza e bastoncini.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,1 kg • Tessuto 400Dx400D Nylon Tasche tasche laterali, tasca interna e tasca cintura • Altre caratteristiche sistema di trasporto Air Fit

 

SALEWA CORTINA 26

Zaino da 26 litri senza fronzoli per l’escursionismo, comodo e ben ventilato, con sistema di trasporto Air-Fit che combina un leggerissimo telaio in acciaio al carbonio con un mesh su tutta la schiena per una eccezionale aerazione. Lo spazio di ventilazione tra lo zaino e il sistema di trasporto, unitamente alle aperture di aerazione assicurano un perfetto confort termico per un’escursione di un’intera giornata, mentre i richiami di carico e la cintura lombare ne aumentano la stabilità.

La configurazione classica con uno scomparto principale, tasche laterali e tasca interna portavalori, offre molte possibilità per sistemare gli oggetti più piccoli per l’escursione di una giornata. Include anche: sacca parapioggia, uscita per il sistema di idratazione, richiami di carico e cinghie di compressione e supporto per piccozza e bastoncini.

Caratteristiche tecniche – Peso 0,860 kg • Tessuto 450D Polyester Tasche tasche laterali, tasca interna portavalori, supporto per piccozza e bastoncini Altre caratteristiche sistema di trasporto Air-Fit Short

 

SALEWA SUMMIT 28

Zaino da 28 litri per l’escursionismo, comodo e ben ventilato. Il suo sistema di trasporto Air-Fit Short, per gli escursionisti meno alti, combina un leggerissimo telaio in acciaio al carbonio con un mesh su tutta la schiena per un’eccezionale aerazione. Lo spazio di ventilazione tra lo zaino e il sistema di trasporto, unitamente alle aperture di aerazione assicurano un perfetto confort termico per un’escursione di un’intera giornata, mentre i richiami di carico e la cintura lombare ne aumentano la stabilità.

La configurazione classica con uno scomparto principale, tasche laterali e tasca interna portavalori, offre molte possibilità per sistemare gli oggetti più piccoli per l’escursione di una giornata. Include anche: sacca parapioggia, uscita per il sistema di idratazione e supporto per piccozza e bastoncini.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,1 kg • Tessuto 300D Polyester, 450D Polyester Italian Classic Twill • Tasche tasche laterali, tasca interna portavalori, supporto per piccozza e bastoncini • Altre caratteristiche sistema di trasporto Air-Fit Short

 

FERRINO FINESTERRE 38

Zaino da escursionismo della Ferrino dal profilo lineare completo di tutte le dotazioni. Il sistema di areazione del dorso D.N.S garantisce una perfetta ventilazione. È stata realizzata anche la versione 48 litri (Peso 1,65 kg)

Caratteristiche tecniche – Peso 1,65 kg • Tessuto Diamond HD, Supertex®, Rinforzi in Hypalon® • Tasche tasca sul cappuccio, tasca di sicurezza, tasca frontale a soffietto, tasche laterali a soffietto • Altre caratteristiche dorso D.N.S., regolazione superiore spallacci, doppio fondo a soffietto con accesso frontale, nastri di compressione laterali, due porta picozze/bastoncini, compatibile con H2 bag, asole sul cappuccio, nastri porta racchette/snowboard amovibili, copri zaino, porta materiali in nastro sul fondo amovibili.

 

LOWE ALPINE AIRZONE TRAIL ND24

AirZone Trail ND di Lowe Alpine è uno zaino sviluppato per il fisico femminile, ideale per trekking ed escursioni in montagna di un giorno, dotato di sistema dorsale Fixed Air Zone altamente confortevole e traspirante. Studiato per migliorare la qualità dei tuoi trail.

 

DEUTER ACT TRAIL 24

Compagno ideale per escursioni giornaliere, ma anche per una via ferrata o più semplicemente per attività cittadine, l’ ACT TRAIL 24 di Deuter è uno zaino in grado di accompagnarci nella quotidianità, con una vestibilità aderente al corpo grazie al sistema Aircontact Trail, le alette lombari in rete, il telaio flessibile a U in Delrin®, l’areazione ottimale tramite l’effetto pompa dell’imbottitura Aircontact.

Accesso veloce allo scomparto di fondo grazie alla grande apertura sul lato anteriore con cerniera lampo a doppia corsa, e molto spazio a disposizione grazie allo scomparto nel cappuccio, scomparto interno portavalori, una tasca laterale con cerniera e una tasca elastica laterale. L’involucro impermeabile amovibile garantisce massima protezione anche in caso di pioggia.

 

FERRINO FINISTERRE 28

Zaino da escursionismo della Ferrino dal profilo lineare completo di tutte le dotazioni. Il sistema di areazione del dorso D.N.S garantisce una perfetta ventilazione. È stata realizzata anche la versione 48 litri (Peso 1,65 kg)

Caratteristiche tecniche – Peso 1,65 kg • Tessuto Diamond HD, Supertex®, Rinforzi in Hypalon® • Tasche tasca sul cappuccio, tasca di sicurezza, tasca frontale a soffietto, tasche laterali a soffietto • Altre caratteristiche dorso D.N.S., regolazione superiore spallacci, doppio fondo a soffietto con accesso frontale, nastri di compressione laterali, due porta picozze/bastoncini, compatibile con H2 bag, asole sul cappuccio, nastri porta racchette/snowboard amovibili, copri zaino, porta materiali in nastro sul fondo amovibili.

 

FERRINO FINISTERRE LADY

Studiato per la morfologia femminile – la forma e la costruzione degli spallacci e la fascia a vita risultano ergonomicamente ideali per le donne. Zaino slim da escursione dotato di numerose tasche. Il dorso DNS garantisce una perfetta ventilazione.

 

DEUTER FUTURA 30 Sl

Gli zaini Futura sono dotati di un sistema di trasporto più volte premiato da test indipendenti. Il sistema Aircomfort FlexLite con la costruzione da trasporto a doppia intelaiatura estremamente flessibile e l’effettiva aerazione trilaterale, offre il massimo comfort nel trasporto con il minor peso possibile.

Questi zaini, in colori forti e in materiali pregiati, ci accompagnano sia per compiere passeggiate giornaliere, sia in tour alpini di più giorni o sulle ferrate. In più sono perfezionati fin nei minimi dettagli – come la nuova fibbia, appositamente concepita. Di tutti questi vantaggi beneficiano anche le schiene femminili con le versioni Futura SL. Sono dotati di spallacci più corti e sottili e con le tipiche alette lombari di forma conica. Per la schiena lunga delle persone più alte è stata realizzata la versione EL.

 

SALEWA ASCENT 24

Zaino da 24 litri comodo e ben aerato per l’escursionismo.

Il suo sistema di trasporto Air-Fit combina un leggerissimo telaio in acciaio al carbonio con un mesh su tutta la schiena per un’eccezionale aerazione. Lo spazio di ventilazione tra lo zaino e il sistema di trasporto, unitamente alle aperture di aerazione assicurano un perfetto confort termico per un’intera giornata di trekking, mentre i richiami di carico e la cintura lombare ne aumentano la stabilità.

La configurazione classica con uno scomparto principale, tasche laterali, tasca interna e tasca cintura offre molte possibilità per sistemare gli oggetti più piccoli. Include anche: sacca parapioggia, uscita per il sistema di idratazione, supporto per piccozza e bastoncini.

Zaino comodo e ben aerato per l’escursionismo.

Il suo sistema di trasporto Air-Fit combina un leggerissimo telaio in acciaio al carbonio con un mesh su tutta la schiena per un’eccezionale aerazione. Peso 1,1 kg • Tessuto 400Dx400D Nylon

 

SALEWA MIAGE 25

Zaino da 25 litri per alpinismo/via ferrata, robusto. Il suo sistema di trasporto Contact Fit assicura che lo zaino sia sempre vicino alla schiena, mentre le cinghie di controllo centrano il carico. Gli spallacci anatomici imbottiti e le altre imbottiture garantiscono un trasporto confortevole. Per arrampicare, è sufficiente togliere la placca ISB e la cintura ventrale e avrai uno zaino morbido compatibile con l’imbrago, con ganci per piccozza/bastoncini.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,1 kg • Tessuto 400Dx400D Nylon • Tasche tasche laterali, tasca interna e tasca cintura • Altre caratteristiche sistema di trasporto Air Fit

 

SALEWA CORTINA 26

Zaino da 26 litri senza fronzoli per l’escursionismo, comodo e ben ventilato, con sistema di trasporto Air-Fit che combina un leggerissimo telaio in acciaio al carbonio con un mesh su tutta la schiena per una eccezionale aerazione.

Lo spazio di ventilazione tra lo zaino e il sistema di trasporto, unitamente alle aperture di aerazione assicurano un perfetto confort termico per un’escursione di un’intera giornata, mentre i richiami di carico e la cintura lombare ne aumentano la stabilità. La configurazione classica con uno scomparto principale, tasche laterali e tasca interna portavalori, offre molte possibilità per sistemare gli oggetti più piccoli per l’escursione di una giornata. Include anche: sacca parapioggia, uscita per il sistema di idratazione, richiami di carico e cinghie di compressione e supporto per piccozza e bastoncini.

Caratteristiche tecniche – Peso 0,860 kg • Tessuto 450D Polyester • Tasche tasche laterali, tasca interna portavalori, supporto per piccozza e bastoncini • Altre caratteristiche sistema di trasporto Air-Fit Short

 

SALEWA SUMMIT 28

Zaino da 28 litri per l’escursionismo, comodo e ben ventilato. Il suo sistema di trasporto Air-Fit Short, per gli escursionisti meno alti, combina un leggerissimo telaio in acciaio al carbonio con un mesh su tutta la schiena per un’eccezionale aerazione. Lo spazio di ventilazione tra lo zaino e il sistema di trasporto, unitamente alle aperture di aerazione assicurano un perfetto confort termico per un’escursione di un’intera giornata, mentre i richiami di carico e la cintura lombare ne aumentano la stabilità. La configurazione classica con uno scomparto principale, tasche laterali e tasca interna portavalori, offre molte possibilità per sistemare gli oggetti più piccoli per l’escursione di una giornata. Include anche: sacca parapioggia, uscita per il sistema di idratazione e supporto per piccozza e bastoncini.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,1 kg • Tessuto 300D Polyester, 450D Polyester Italian Classic Twill • Tasche tasche laterali, tasca interna portavalori, supporto per piccozza e bastoncini • Altre caratteristiche sistema di trasporto Air-Fit Short

 

SALEWA ALPTREK 35 W Bp

 

Disegnato per i trekking su lunghe distanze e di più giorni, l’Alptrek 35+5 è uno zaino comodo, in nylon leggero e ultra resistente, con uno schienale integralmente regolabile e un volume di 35 litri. Lo schienale Pro Custom-Fit è semplice da regolare e a lunghezza variabile, con spallacci e cintura imbottiti con design anatomico, per un fit specifico uomo/donna.

Inoltre, i richiami di carico assicurano un fit ottimale sulle lunghe distanze, mentre i sostegni lombari pre-formati garantiscono una perfetta aderenza e il corretto trasferimento del carico sui fianchi. Le ampie tasche offrono spazio in abbondanza per i vestiti di ricambio o gli archi della tenda ed è presente un doppio accesso (anteriore e superiore) al vano principale, per recuperare l’attrezzatura in modo facile e veloce. E per un rapido accesso alle cose più importanti lungo il percorso, le tasche on-the-go sono facilmente raggiungibili senza dover togliere lo zaino dalla schiena.

 

SALEWA ALP TRAINER 35+3

Lo zaino tecnico studiato da Salewa per le escursioni alpine di due o tre giorni. I punti di forza sono il perfetto equilibrio fra capienza e leggerezza e lo schienale AIR FIT 2.0, studiato per mantenere la schiena asciutta.
Con questa innovazione tecnica Salewa è riuscita a ridurre del 25% la superficie di contatto rispetto ai modelli precedenti; insieme all’utilizzo di tessuti altamente traspiranti nel sistema di ventilazione, si è riusciti a ridurre la temperatura della schiena di ben 1.5°C dopo 15 minuti d’uso.

Anche gli spallacci Split contribuiscono alla diminuzione della superficie a contatto col corpo. La stabilità del trasporto è garantita dal Twin Compression System (TCS) che consente di assicurare il carico dello zaino più vicino al corpo, prevenendo sobbalzi quando ci si muove velocemente. Le tasche laterali dall’accesso rapido, il rain cover, lo scomparto inferiore separato, e il supporto per i bastoncini completano la dotazione di uno zaino da trekking dalla spiccata vocazione tecnica. Lo zaino senza carico pesa 1352 grammi.

 

DEUTER FUTURA PRO 36

Questo modello è raccomandato per escursioni di due o più giorni, infatti le alette lombari Vari Flex ECL garantiscono una perfetta distribuzione del peso sui fianchi. Anche il telaio in acciaio ad alto limite elastico consente un trasporto efficiente e semplice per carichi di medie dimensioni;
al massimo comfort contribuiscono le cinghie di stabilizzazione e gli spallacci mobili ActiveFit che calzano tramite l’adattamento automatico: ideale anche per donne poiché, insieme alle alette lombari, sono sagomati sulla base del loro corpo.

 

DEUTER FUTURA 42

Uno zaino di media capienza che può soddisfare le esigenze di chi vuole acquistare un compagno di viaggio che vada bene in tutte le situazioni può essere il modello DEUTER FUTURA 42: leggerezza e versatilità sono le sue due principali prerogative.

Questo zaino con capienza di 42 litri e 1700 grammi di peso consente di affrontare con tranquillità anche trekking plurigiornalieri grazie alla possibilità di adattare tutta la struttura a qualsiasi corporatura. La fascia ventrale si può regolare e aggiustare senza fatica tramite il dispositivo Pull forward, e la trasmissione-distribuzione del carico sulle alette lombari ergonomiche Vari Flex con struttura in bilaminato è garantita dal telaio in acciaio ad alto limite elastico.

La massima areazione del dorso è favorita dallo schienale a rete tramite il sistema Aircomfort FlexLite Pro. Scomparto separato sul fondo, due tasche con zip portavalori o porta fotocamera digitale sulle alette lombari, tasche a soffietto laterali, tasca sul cappuccio, tasche esterne elastiche, volume dello zaino regolabile tramite cinghie di compressione, involucro antipioggia amovibile.

Potrebbe interessarti anche:

  • Due zaini per il trekking sono meglio di unoDue zaini per il trekking sono meglio di unoDiamo il giusto riconoscimento e merito allo zaino da trekking, senza la nostra piccola casa mobile non potremmo andare da nessuna parte, anzi, a […]
  • Ciaspole: fate la scelta giustaCiaspole: fate la scelta giusta Una premessa doverosa: un paio di racchette da neve non può costare 300 euro e oltre. Perciò non spaventatevi, è una magnifica attività alla […]
  • Che zaino comprare? Uno sguardo in casa FerrinoChe zaino comprare? Uno sguardo in casa FerrinoUna delle aziende italiane più note nel mondo del trekking e dell’outdoor in generale, insomma una vera garanzia per ogni appassionato. Tra i […]
  • Lo zaino ai RAGGI XLo zaino ai RAGGI XNel bene o nel male i dettagli fanno la differenza Zaini per escursioni giornaliere o plurigiornaliere, zaini per uomo e per donna... ogni zaino è […]

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

1 comment

Lascia un tuo commento