Dal Cammino di Santiago alla Via Francigena: le migliori calze per i lunghi cammini | Trekking.it

Dal Cammino di Santiago alla Via Francigena: le migliori calze per i lunghi cammini

Categorie: I nostri consigli
0

Se state progettando una vacanza a piedi lungo qualche cammino storico o religioso, per la buona riuscita del viaggio sarà importante porre attenzione a una delle attrezzature più indispensabili: le calze!

Prima di illustrarvi i migliori calzini da utilizzare durante il cammino bisogna tenere in considerazione alcuni consigli pratici, utili per proteggere i piedi e per prevenire le vesciche.

Prendetevi cura dei vostri piedi

Il primo aspetto riguarda proprio la cura dei piedi: è importante tenere sempre le unghie corte, per evitare che si formino vesciche al di sotto, smussando gli spigoli vivi che potrebbero tagliare le dita adiacenti e/o potrebbero strappare i calzini.

Almeno una volta al giorno è necessario togliere le calze per lasciare asciugare e traspirare i piedi.

In caso di pioggia se i piedi rimangono a lungo bagnati, lo strato esterno della pelle tenderà ad assorbire acqua e conseguentemente a macerarsi. I piedi macerati sono pruriginosi, doloranti e a rischio di vesciche perché la pelle può abradersi dopo essersi asciugata.

La sera, prima di addormentarsi, è consigliabile massaggiare i piedi asciutti con una buona crema idratante, in modo da ridurre la macerazione in caso di pioggia il giorno successivo. La riuscita migliore la si ha quando la crema ha avuto diverse ore per essere assorbita dalla pelle: non sarà invece di grande aiuto se viene applicata poco prima di mettersi in cammino.

Usate calzini “testati”

Il secondo aspetto importante coinvolge sia il test che la pulizia dei calzini utilizzati durante il trekking.

È caldamente consigliato portare con sé dei calzini già usati e non nuovi. Fondamentale è provare le calze durante gli allenamenti di preparazione così da verificarne la compatibilità con il proprio piede; aggiungere nello zaino un paio di scorta eviterà spiacevoli imprevisti.

Anche il lavaggio è fondamentale, infatti, lavare ogni giorno i calzini dentro e fuori senza sapone impedisce che eventuali piccoli detriti infiltrati come ad esempio gli aghi degli alberi, la sabbia o la terra e le sostanze organiche possano graffiare la pelle.

Le caratteristiche della calza ideale per i lunghi cammini

Giunti fino a questo punto possiamo finalmente analizzare le caratteristiche fondamentali dei migliori calzini anti vesciche adatti per chi intende affrontare i percorsi dei cammini storici e religiosi, che spesso si sviluppano su terreni tecnicamente facili, ma che risultano impegnativi per la lunga durata e per l’affaticamento al quale i piedi sono sottoposti in tanti giorni di di escursione.

Le calze più performanti devono possedere questi cinque elementi distintivi, in particolare devono essere:

1 – stabili sul piede, grazie alla presenza di fasce elastiche anti torsione;

2 – aderenti, così non fanno grinze che potrebbero provocare vesciche;

3 – costruiti con una trama che impedisce l’impigliarsi di piccoli detriti;

4 – prodotti con filati a basso assorbimento di acqua, così si asciugano velocemente;

5 – sottili, così in caso di pioggia non si inzuppano.

Tra i migliori modelli di calze per i lunghi cammini suggeriamo:

Calzini Trek Dry Fit 2410 – coolmax

Calzini Trail Running Sky Run 2250 – NanoGlide

Calzini Trail Running Pro 2235 – meryl skinlife

Calzini Run Energy 2400 – NanoGlide

La calza da relax? Naturale!

Per concludere, un ultimo aspetto consigliato è quello di mettere nello zaino un paio di calzini in filato naturale da indossare solo quando si sarà a riposo.

È possibile scegliere tra quelli in fibra naturale vegetale come il cotone egiziano – se farà caldo – o in fibra naturale animale come la lana merino – se farà freddo.

Sia il cotone che la lana hanno, infatti, una elevata dermo-affinità e sono quindi i materiali ideali per il piede affaticato, lo lasciano traspirare e favoriscono un naturale massaggio.

Infine, l’eventuale presenza di pannelli ammortizzanti sul malleolo, sulla soletta e sulle dita dei piedi funge da cuscino, aiuta il riposo ed il recupero del piede stressato che dovrà affrontare un altro giorno impegnativo.

Ecco le calze adatte al caso:

Calzini Alp Thermo 1580 – cashmere e lana merino extrafine

Calze Alp Thermo 1585 – cashmere e lana merino extrafine

Calze Active Mountain 1425 – lana merino

Calzini Hike Pro 2440 – cotone egiziano

Calze Hike Pro 2445 – cotone egiziano

Calzini Approach Light 2425 – cotone egiziano

Calzini Active Mountain 1423 – lana merino

Potrebbe interessarti anche:

A proposito dell'autore

La Redazione

La Redazione di TREKKING&Outdoor è il gruppo di appassionati e professionisti che si occupa della cura dei contenuti di questo portale. Gli articoli e i contenuti che riportano la nostra firma sono frutto di un lavoro di squadra.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento