MOLISE piccola grande regione – Escursioni e itinerari outdoor

Molise, una regione dove i ritmi lenti rappresentano l’ideale punto di approccio ad un territorio autentico e con infinite possibilità per scoprire borghi, rocche e castelli, veri capolavori dell’architettura medioevale.

Il Molise è soprattutto la terra delle strade secondarie, meglio se sterrate, che seguendo il profilo ondulato della regione hanno conservato le tradizioni e una natura incontaminata.

Il loro nome è deciso e austero, tratturi, piste che nei secoli hanno disegnato un’intricata rete di cammini, percorsi pazientemente da uomini e animali durante il periodo della transumanza.

Queste strisce di terra battuta fanno parte di una fitta maglia lunga oltre 3.000 chilometri, interconnessa al suo interno da bretelle minori, i “tratturelli” e i “bracci”, che oggi diventano il mezzo per camminare e attraversare la regione in lungo e in largo.

Molise, dove i ritmi lenti rappresentano l’ideale approccio ad un territorio con infinite possibilità per scoprire borghi, rocche e castelli, veri capolavori dell’architettura medioevale.

Il Molise rappresenta la spina dorsale dei 5 grandi Tratturi Regi, i 5 tracciati principali che collegano Puglia e Abruzzo, passando da paesi o piccoli borghi, come anche in città come Bojano, Isernia o Campobasso.

Oltre che dai tratturi, il Molise è attraversato da ben 4 Vie della Fede, cammini spirituali che i pellegrini percorrevano a piedi sulle orme di grandi personaggi religiosi: la Via Francigena del Sud, la Via di San Francesco Caracciolo, la Via di San Francesco d’Assisi e il Cammino di Celestino V.

Cominciamo allora questo lungo viaggio nel tempo e nella natura partendo dalle “terre alte” della regione: il massiccio del Matese, le Mainarde, l’Alta Valle del Volturno e i paesi dell’Alto Molise.

Scopri tutti gli itinerari e percorsi: