A precipizio sul mare di Santorini | Trekking.it

A precipizio sul mare di Santorini

0
REGIONE
Grecia
COME ARRIVARE
In aereo: voli da Roma e Milano per Atene e da Atene voli giornalieri per le Isole. In nave: da Brindisi, Hellenic Mediterranean Lines; Fragline; Med Link Lines; da Ancona, Venezia e Trieste, Superfast Ferries (www.superfast.com), Minoan Lines (www.minoan.it), Blue Star Ferries, Anek Lines (www.anek.gr); da Bari, Ventouris Ferries, Superfast Ferries (www.superfast.com), Poseidon Lines. Dal Pireo, Rafina e Làvrion, partenze per Santorini
PERIODO CONSIGLIATO
A settembre e ottobre il clima è favorevole e l’isola recupera il suo volto autentico, riconquistando silenzio e pace.
LOCALITÀ DI PARTENZA
Firà
TIPOLOGIA ITINERARIO
a piedi
DISLIVELLO
irrilevante
LOCALITÀ DI ARRIVO
Skaros
TEMPO DI PERCORRENZA
2 ore circa
DIFFICOLTÀ
T

Santorini, di origine vulcanica, presenta un versante a strapiombo, quello occidentale, con rocce nere e rossastre che precipitano in mare da altezze di 300 metri, specchiandosi su un mare intensamente blu, dove galleggia al centro dell’insenatura, il vulcano.

La natura vulcanica dell’isola si può toccare con mano lungo quest’itinerario che, sull’orlo del dirupo, lungo viuzze in pendenza, strettissime, a volte gradinate, offre emozionanti punti panoramici sull’Egeo e sul centro della Caldera, dove galleggiano cupe e nere, Paleà e Nea Kameni, antichi coni vulcanici sottomarini, oggi emersi e visitabili in battello.

Dopo aver indugiato negli stretti vicoli del capoluogo dell’isola, dalla piazza di Firà ci dirigiamo verso la vicina Firostefani, abbarbicata sul ciglio del precipizio. Proseguendo, oltre l’incantevole chiesa di San Gerasimo, impreziosita da cipressi, s’incontra il monastero femminile di San Nicola.

A 2 km, nel punto più alto della Caldera, il candido paese di Imerovigli rappresenta un ideale punto panoramico sulla vicina Thirasia, isola gemella di Santorini.

Giunti a Skaros, seguiamo il sentiero che scende al maestoso castello di roccia, custode di una chiesetta, Theoslepastì, bianchissima e abbarbicata in alto, nella roccia che domina il caos.

A questo punto, grazie alla corriera ci spingiamo fino ad Ia, possibilmente nel momento clou della giornata, il tramonto, che qui assume un fascino tutto particolare.

E se vagabondando tra stradine, scalini, terrazzi, mulini, case color ocra scavate nella lava, ci accorgiamo che il crepuscolo non è ancora prossimo ad arrivare, una discesa alla baia di Armeni e alla spiaggia di Ammoudi rappresenta la classica ciliegina sulla torta di questa gita.

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Enrico Bottino

A precipizio sul mare di Santorini

Santorini, Greece


A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento