Parco Majella: Traversata della Maielletta | Trekking.it

Parco Majella: Traversata della Maielletta

1
REGIONE
Abruzzo
COME ARRIVARE
In auto
Da Nord: dall'autostrada Adriatica A14 in direzione Ancona, uscire a Pescara Ovest/Chieti e immettersi sull’Asse Attrezzato in direzione di Chieti, prendere la SS 81 in direzione di Guardiagrele. Da Sud: dall'autostrada Adriatica A14 in direzione Pescara, uscire a Val di Sangro, seguire la direzione Villa S. Maria, prendere la SS 652, continuare sulla SS 81 in direzione Guardiagrele.

In treno
Si può raggiungere la stazione ferroviaria di San Vito - Lanciano (Ferrovia Sangritana) oppure quella di Pescara e proseguire per Guardiagrele con autobus di linea.
PERIODO CONSIGLIATO
Tutto l'anno
LOCALITÀ DI PARTENZA
Bocca di Valle, frazione di Guardiagrele (CH)
TIPOLOGIA ITINERARIO
a piedi
DISLIVELLO
.
LOCALITÀ DI ARRIVO
San Liberatore a Maiella (CH)
TEMPO DI PERCORRENZA
Variabile
DIFFICOLTÀ
T

Un percorso escursionismo tra eremi e natura selvaggia del Parco Nazionale della  Majella 

LOGHI CAMMINI D'EUROPA

Nella regione più “verde” d’Europa è sua maestà la Maiella l’indiscussa protagonista del territorio. Con i sui 2793 m, il Monte Amaro, nel gruppo della Maiella, è la seconda vetta più alta degli Appennini, dopo il Gran Sasso. Queste zone, in Abruzzo, tra le provincie di Chieti, L’Aquila e Pescara, sono dette le più “Verdi d’Europa”. Siamo nelle terre dell’aquila, del lupo e dell’orso marsicano, in una zona di aspri monti, con laghi, cime e foreste. Per gli abruzzesi la Maiella è la montagna madre. Per Plinio il Vecchio, la Maiella era il Padre dei Monti. Oggi, spesso, la Maiella è anche detta la Montagna Sacra, per la presenza di numerosi Eremi e Santuari. Dal punto di vista orografico, possiamo considerare la Maiella un’insieme di monti, con quattro gruppi principali: la Maiella propriamente detta, il Morroneil Porrara e i Monti Pizzi.

L’itinerario proposto, da percorrere a piedi, farà scoprire alcune delle bellezze e delle peculiarità di uno dei Parchi più affascinanti a livello nazionale, il Parco Nazionale della Maiella, che, per posizione, asprezza, vastità e mutevolezza climatica, può essere considerato unico nel suo genere. Ricco di valli e di piani carsici che si interpongono tra le vette montane, con la sua assortita e ricca fauna. Il percorso tocca scenari d’incomparabile bellezza, ambienti abitati da lontre, lupi, cervi, cinghiali e camosci. L’itinerario prende il via da Bocca di Valle (Guardiagrele) e arriva al Monastero di San Liberatore a Maiella (Serramonacesca), uno dei più importanti esempi di architettura romanica abruzzese. Il percorso, lungo complessivamente 21 chilometri, è percorribile in tre giorni per una durata totale di circa dieci ore e mezza di cammino.

  • La prima tappa

Dedicata alla natura e alla cultura, con arrivo in località Bocca di Valle, a circa 5 chilometri dal centro cittadino di Guardiagrele, a 650 metri sul livello del mare.

  • La seconda tappa

Da Bocca di Valle a Passolanciano, porta alla visita delle cascate di San Giovanni e farà godere dei panorami mozzafiato della Maielletta. Sin dall’inizio del cammino, si è immersi in uno scenario naturalistico di eccezionale bellezza. Dopo una piacevole passeggiata nel sotto bosco, si raggiunge la spettacolare Cascata di San Giovanni a quota 1080 metri.

  • La terza tappa

 Da Passo Lanciano a San Liberatore a Maiella, sono gli eremi e i monasteri i protagonisti della giornata: il Monastero di San Liberatore a Maiella, elegante e antica architettura romanica, e il caratteristico eremo di Sant’Onofrio, incastrato sotto un masso roccioso su due livelli, composto dalla chiesa e dalla parte abitativa. Si pensa che la grotta, originariamente, fosse un luogo di ritiro e di preghiera, in seguito riconvertita alle attività agro-pastorali.

 

 

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Fabio Guglielmi, Enrico Bottino, Serafino Ripamonti, Lucia Compagnino

Parco Majella: Traversata della Maielletta

Maiella, 67030 Pacentro, Province of L\\\'Aquila, Italy


A proposito dell'autore

La Redazione

La Redazione di TREKKING&Outdoor è il gruppo di appassionati e professionisti che si occupa della cura dei contenuti di questo portale. Gli articoli e i contenuti che riportano la nostra firma sono frutto di un lavoro di squadra.

1 comment

Lascia un tuo commento