AMATRICE: da Capricchia al Monte Gorzano | Trekking.it

AMATRICE: da Capricchia al Monte Gorzano

0
REGIONE
Lazio
COME ARRIVARE
Da Amatrice seguire SR557 per Campotosto fino al bivio per Capricchia sulla sinistra, dopodiché si supera l’abitato salendo sulla strada che sale al monumento del Sacro Cuore. Poco prima della cappella è possibile parcheggiare l’auto in uno spiazzo.
LOCALITÀ DI PARTENZA
Capricchia, località Sacro Cuore (1.384 m)
TIPOLOGIA ITINERARIO
a piedi
DISLIVELLO
1.030 metri a salire
LOCALITÀ DI ARRIVO
Monte Gorzano (2.458 m)
TEMPO DI PERCORRENZA
2.45 ore
DIFFICOLTÀ
E

Dal parcheggio si comincia a salire lievemente inoltrandosi nella suggestiva Valle di Selva Grande attraverso il Colle del Vento e le radure di Piani Fonte con vista sulla Cascata delle Barche.
Si giunge in corrispondenza di un bivio (segnalato), dal quale si prosegue a destra risalendo attraverso il bosco verso lo Stazzo di Gorzano su un terrazzo panoramico (1.882 m).

Si prosegue attraverso l’anfiteatro del Fosso di Valle Conca, con vista su Amatrice e sul Terminillo, fino al filo della cresta ovest, raggiungibile dopo aver raggiunto il crinale a quota 2.040 metri.

Dopo aver aggirato sulla destra una altura, si torna sul crinale, si aggira un macigno e si incontra successivamente una lieve discesa che conduce a una sella erbosa. Da qui l’ultimo ripido salto consente di arrivare sulla vetta del Monte Gorzano (2.458 m), raggiungibile tramite gradini erbosi e sfasciumi. Per la discesa, si percorre lo stesso itinerario e in 2 ore circa si torna al punto di partenza.

 

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
CAI Amatrice / Foto Enrico Ferri

AMATRICE: da Capricchia al Monte Gorzano

02012 Capricchia RI, Italy


A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento