Aquilano: l'anello di Santo Stefano di Sessanio | Trekking.it

Aquilano: l’anello di Santo Stefano di Sessanio

0
REGIONE
Abruzzo
COME ARRIVARE
In auto: da L’Aquila SS17 in direzione Popoli fino a Barisciano e successivamente SP7 per Santo Stefano di Sessanio.
LOCALITÀ DI PARTENZA
Santo Stefano di Sessanio
TIPOLOGIA ITINERARIO
a piedi
DISLIVELLO
590 metri a salire, 590 metri a scendere
LOCALITÀ DI ARRIVO
Santo Stefano di Sessanio
TEMPO DI PERCORRENZA
3.30 ore
DIFFICOLTÀ
E

Un itinerario tra i borghi più suggestivi del Parco, tra insediamenti arroccati sotto lo sguardo del Corno Grande.

Si parte tra le viuzze del borgo di Santo Stefano di Sessanio, dopodiché si imbocca la strada asfaltata per Campo Imperatore.

Si prosegue sulla destra sul sentiero che prima attraversa un altopiano e poi continua lungo la Val Pareta. Si imbocca quindi una strada sulla destra e si prosegue fino a incontrare l’oratorio di Santa Maria della Pietà e il celebre castello di Rocca Calascio.

Dopo una sosta panoramica, si prosegue in discesa sui viottoli dell’antico borgo abbandonato, dopodiché si segue un crinale erboso sulla sinistra dello sterrato che conduce fuori dall’abitato. Si passa attraverso le case di Calascio – il borgo nuovo – e si scende su un pendio erboso verso Piano Buto.

Rocca Calascio (Shutterstock / Theskaman306)

Si incontra quindi una strada asfaltata da seguire fino a Castelvecchio Calvisio, altro borgo visitabile nel suo splendido Ricetto. Dalla piazza si raggiunge l’uscita del paese e si imbocca uno sterrato sulla destra, indicato da un cartello. Affacciandosi sul Piano Buto, il sentiero scende al valico e poi attraversa il Piano Viano, dove ricomincia a salire lungo un tracciato che piega a destra nel bosco. Si raggiunge dunque il cimitero di Santo Stefano e successivamente la chiesa del borgo.

Santo Stefano di Sessanio (Shutterstock / Mauro Piccardi)

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Marco Carlone

Aquilano: l’anello di Santo Stefano di Sessanio

67020 Santo Stefano di Sessanio AQ, Italy


A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento