Dal Rifugio Vallon Kostner al Passo Pordoi | Trekking.it

Dal Rifugio Vallon Kostner al Passo Pordoi

REGIONE
Trentino
COME ARRIVARE
.
PERIODO CONSIGLIATO
da metà Giugno a metà Settembre
LOCALITÀ DI PARTENZA
Rifugio Vallon Kostner (m 2541)
TIPOLOGIA ITINERARIO
a piedi
DISLIVELLO
300 metri a scendere
LOCALITÀ DI ARRIVO
Passo Pordoi (m 2242)
TEMPO DI PERCORRENZA
2 ore
DIFFICOLTÀ
E

Bellissimo sentiero molto panoramico che segue la cengia mediana del Sella per raggiungere infine il Passo Pordoi passando per l’attacco della ferrata Cesare Piazzetta.

Si raggiunge il Rifugio Vallon Kostner da Corvara, in Val Badia, usufruendo degli impianti del Crep de Munt.

Volendo salire a piedi, conviene partire dai 1875 metri del Passo di Campolongo (+ 666 m; 1,45 ore; E; n. 636).

Dal rifugio si prende il sentiero n. 638 che, in leggera e breve salita, consente di raggiungere l’ampia cengia ove si snoda il sentierino. Si cammina tra pietraie in piano, costeggiando le ripide pareti dei bastioni alti del Sella, sino al Vallone Gran Valacia, ove si lascia, sulla destra, il ripidissimo sentiero n. 638, per la vetta del Boè, per proseguire dritto (n. 626).

Si continua su terreno in falsopiano, tra rocce e irte pareti, sino all’attacco della via ferrata Cesare Piazzetta, una delle più difficili delle Dolomiti. Si prosegue, sempre sul sentiero principale, sino ad incrociare l’itinerario proveniente dalla forcella Pordoi che, ripido ma semplice, consente di scendere al Passo Pordoi.

Per tornare al Passo di Campolongo è possibile utilizzare la corriera (orari delle corse anche al Rifugio Kostner; attenzione all’ultima corsa, in genere a metà pomeriggio).

 

 

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Cesare Re

Dal Rifugio Vallon Kostner al Passo Pordoi

Località Vallon, 39033 Corvara BZ, Italia


A proposito dell'autore

Cesare Re

Cesare Re è fotografo e autore di guide e libri di montagna. Dal 2000, collabora con la Rivista TREKKING&Outdoor. E’ specializzato in fotografia di natura e montagna nei suoi diversi aspetti. Ha pubblicato fotografie su Meridiani, Bell’Italia, National Geographic, Meridiani Montagne, Alp, Viaggi e Sapori e molti altri periodici di viaggio e fotografia.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento