Gran Bosco di Salbertrand: percorso per ciaspole Istituto Vezzani – Case Lampuie | Trekking.it

Gran Bosco di Salbertrand: percorso per ciaspole Istituto Vezzani – Case Lampuie

0
REGIONE
Piemonte
COME ARRIVARE
In auto. Da Torino si raggiunge l’alta valle di Susa con la SS24, SS25 oppure A32, uscite Susa o Oulx; dalla SS24 del Monginevro seguire le indicazioni stradali per giungere a Salbertrand. In treno e corriera. Salbertrand è raggiungibile con la ferrovia (linea Torino - Modane) o con autolinea (SAPAV Torino - Briançon).
LOCALITÀ DI PARTENZA
Istituto Vittorio Vezzani, lungo la strada Sauze d’Oulx – Richardette (m 1860)
TIPOLOGIA ITINERARIO
ciaspole
DISLIVELLO
400 metri a salire, 400 metri a scendere
LOCALITÀ DI ARRIVO
Istituto Vittorio Vezzani, lungo la strada Sauze d’Oulx – Richardette (m 1860)
TEMPO DI PERCORRENZA
2.30 ore
DIFFICOLTÀ
E

Il Parco naturale Orsiera Rocciavrè nasconde al suo interno un dedalo di sentieri percorribili anche in inverno con le racchette da neve.

Il percorso parte dall’Istituto Vittorio Vezzani lungo la strada Richardette – Sportinia: tra gli edifici dell’Istituto Sperimentale seguire la strada forestale che conduce all’alpeggio Laune. Passando davanti all’alpeggio e proseguendo dolcemente verso destra si percorre una vecchia pista forestale che con un grosso tornante a sinistra abbraccia il laghetto della Laune (m 2043).

Qui comincia il sentiero nr 4 “Giro intorno al lago”. Il percorso incontra una sbarra e prosegue in piano per 200 metri attraversando un boschetto di larici coetanei piantati dall’uomo; i primi cembri si incontrano invece poco più avanti, in un lariceto più rado. Con un po’ di fortuna, in primavera in questa zona, si possono osservare i galli forcelli.

A quota 2175, prima della caratteristica curva sulla strada del Blegier denominata “Ferro di cavallo”, un cippo di legno indica sulla sinistra la confluenza con il sentiero nr 3. Comincia qui una discesa attraverso boschi di larici e cembri intervallati da radure che conduce rapidamente alla strada forestale che sale al Col Blegier.

Frequenti in questa zona gli incontri con cervi e caprioli, i più diffusi ungulati del Parco. Da qui in lieve discesa, la strada conduce alla zona dell’Enfer e, in circa 20 minuti, al bivio delle case Lampuiè (sulla strada asfaltata, poche centinaia di metri sotto l’Istituto Vezzani).

Testo di Silvia Della Rocca / Foto archivio Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Testo di Silvia Della Rocca / Foto archivio Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand

Gran Bosco di Salbertrand: percorso per ciaspole Istituto Vezzani – Case Lampuie

10050 Salbertrand, Metropolitan City of Turin, Italy

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento