La Val d’Otro con le ciaspole | Trekking.it

La Val d’Otro con le ciaspole

0
REGIONE
Piemonte
COME ARRIVARE
A26 Genova Voltri – Gravellona Toce, uscita Romagnano Sesia. Con SP299 si raggiunge a Borgosesia e si prosegue oltre Varallo e Balmuccia. Giunti a Riva Valdobbia si prosegue ancora su SP299 per arrivare nel centro di Alagna.
LOCALITÀ DI PARTENZA
Alagna Valsesia (m 1150)
TIPOLOGIA ITINERARIO
ciaspole
DISLIVELLO
450 metri a salire
LOCALITÀ DI ARRIVO
Otro (m 1600)
TEMPO DI PERCORRENZA
1.30 ore
DIFFICOLTÀ
E
FONDO STRADALE
Esposizione del percorso: Est nel primo tratto di bosco, Sud Sud-Est fino alla meta

Escursione poco impegnativa nel cuore walser dell’alta Valsesia.

L’itinerario può partire proprio dal cuore di Alagna, da piazza Grober, attraversando le stradine del centro, per raggiungere Reale Superiore e Resiga.

Da qui inizia il sentiero vero e proprio che si sviluppa in gran parte in ambiente boscato. Superato il casolare Stiga, il percorso si sviluppa con un’alternanza di tornanti e brevi tratti poco ripidi, che permettono di guadagnare rapidamente quota, dapprima all’interno di un bosco di latifoglie e successivamente in una abetina, per poi sbucare all’improvviso sotto il sole dove si aprono davanti agli occhi i pianori su cui si sviluppano gli alpeggi di Otro (m 1660), dominati a Ovest dall’imponente Corno Bianco e dalla conca dei Laghi Tailly, e a Est dal Monte Tagliaferro e dalla Cima Carnera. Follu, Ciucche, Feglieretsch, Dorf, Scarpia, Pianmisura e Weng sono i nuclei di baite disseminati sul versante.

Lungo il percorso di salita, a seconda delle condizioni di innevamento, è possibile visitare anche un sito di attività mineraria recentemente risistemato.

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Enrico Zanoletti

La Val d’Otro con le ciaspole

13021 Alagna Valsesia, Province of Vercelli, Italy


A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento