Oasi Zegna: panorama dalla Marchetta | Trekking.it

Oasi Zegna: panorama dalla Marchetta

0
REGIONE
Piemonte
COME ARRIVARE
A4 Torino – Trieste, uscita Carisio. Si sceglie la SS230 per Biella, superato il centro urbano si prosegue su SP200 fino Ponzone, da qui in direzione Zegna e, infine, Bielmonte.
LOCALITÀ DI PARTENZA
Bielmonte
TIPOLOGIA ITINERARIO
ciaspole
DISLIVELLO
100 metri a salire, 100 metri a scendere
LOCALITÀ DI ARRIVO
Bielmonte
TEMPO DI PERCORRENZA
2 / 2.30 ore
DIFFICOLTÀ
T

Un percorso nell’Oasi Zegna molto facile adatto a chiunque voglia provare per la prima volta le ciaspole.

Dopo una prima parte di percorso senza ciaspole ai piedi, arriviamo al nuovo sentiero che collega i due piazzali di Bielmonte, all’imbocco del sentiero, indossiamo le ciaspole e iniziamo il nostro giro. La prima parte tra il piazzale uno e due è molto pianeggiante e battuta, quindi adatta a tutti. Arrivati al maneggio di Bielmonte, abbiamo due possibilità, la prima più facile, segue un percorso battuto che ci porta sulla cima della Marchetta dal quale possiamo ammirare l’alta Valssessera; la seconda più impegnativa, consiste nel salire lungo una pista non battuta sempre verso la cima della Marchetta.

Il ritorno verso Bielmonte viene fatto sempre dal percorso da cui siamo arrivati.

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Michela Del Torchio

Oasi Zegna: panorama dalla Marchetta

Bielmonte BI, Italy

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento