Oasi Zegna: verso l’Argimonia | Trekking.it

Oasi Zegna: verso l’Argimonia

0
REGIONE
Piemonte
COME ARRIVARE
A4 Torino – Trieste, uscita Carisio. Si sceglie la SS230 per Biella, superato il centro urbano si prosegue su SP200 fino Ponzone, da qui in direzione Zegna e, infine, Bielmonte.
LOCALITÀ DI PARTENZA
Bielmonte
TIPOLOGIA ITINERARIO
ciaspole
DISLIVELLO
100 metri a salire, 100 metri a scendere
LOCALITÀ DI ARRIVO
Bielmonte
TEMPO DI PERCORRENZA
2 ore
DIFFICOLTÀ
E

L’inverno restituisce all’Oasi Zegna una atmosfera magica, sospesa tra la sconfinata Pianura Padana e l’imponente cornice alpina

Il percorso parte dal villaggio di Bielmonte e sale costeggiando le piste da sci del versante Sud della località sciistica (prestando attenzione a non calpestare le piste battute). Durante la salita lo spettacolo che si presenta è veramente unico: si domina la Pianura Padana e si possono vedere le città di Torino e Milano; se percorso di notte lo spettacolo è ancora più suggestivo in quanto le luci della valle lasciano i ciaspolatori senza parole.

Giunti sulla cima, la vista è impagabile, ancora la pianura con le sue città e, verso Nord, il Monte Rosa con le sue cime innevate. La discesa verso Bielmonte può essere effettuata dalla parte da cui si è saliti oppure, per i più esperti, si può scendere passando all’interno della pineta, dove gli unici rumori che si sentono sono i nostri passi sulla neve e il vento che muove le conifere. L’intero percorso è su neve fresca non battuta se non dai ciaspolatori che ci hanno preceduto.

Foto Archivio Oasi Zegna

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Michela Del Torchio

Oasi Zegna: verso l’Argimonia

Bielmonte BI, Italy

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento