I pregiati larici della Val di Fiemme | Trekking.it

I pregiati larici della Val di Fiemme

0
REGIONE
Trentino-Alto Adige
COME ARRIVARE
A22Brennero – Modena, uscita Egna-Ora. Segue SS48 fino a Castello-Molina di Fiemme e successivamente SP71 fino a raggiungere il bivio tra Anterivo e Capriana.
LOCALITÀ DI PARTENZA
Pra dal Manz (m 1200), tra Capriana e Anterivo
TIPOLOGIA ITINERARIO
a piedi
DISLIVELLO
640 metri a salire
640 metri a scendere
LOCALITÀ DI ARRIVO
Pra dal Manz (m 1200), tra Capriana e Anterivo
TEMPO DI PERCORRENZA
5 ore
DIFFICOLTÀ
T

L’area è il cuore del lariceto di Monte Gua, che per la qualità del suo legname è considerato uno dei migliori d’Europa.

Proprio con queste piante è stato ricostruito il famoso Ponte di Bassano del Grappa. Descrizione dell’itinerario: dal parcheggio del Pra del Manz seguire la segnaletica per il Monte Corno, a 500 metri dall’area attrezzata con i fuochi (località Pradi), immettendosi sul segnavia nr. 2 Anterivo – Cauria, ignorando l’altra segnaletica per il Monte Corno.

Una foresta di larici immortalati nella loro bellezza da uno scatto di Michele Dalla Palma

Proseguire per circa un’ora e mezza, sempre su sentiero con due brevi tratti su carrareccia. Riprendere il segnavia nr. 2 per circa un’ora, fino all’ampia carrareccia Cauria – Monte Corno (baita Karl Franz). Procedere per Monte Corno (sentiero E5) in direzione del Lago Bianco (30 minuti).

Dopo mezz’ora di cammino si trova una segnaletica con deviazione a sinistra per il Lago Nero. Da qui si rientra sul sentiero principale proseguendo per la Malga Monte Corno. Si prende per Anterivo – Trodena – Capriana e si segue in direzione Capriana per un’ora e mezza circa fino al parcheggio a Pra del Manz.

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Cesare Re

I pregiati larici della Val di Fiemme

Località Pra Del Manz, 38030 Capriana TN, Italy


A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento