Val Formazza: da Riale al Rifugio Maria Luisa | Trekking.it

Val Formazza: da Riale al Rifugio Maria Luisa

0
REGIONE
Piemonte
COME ARRIVARE
Come per itinerario precedente fino a Baceno. Da qui si prosegue su SS659 percorrendo tutta la Val Formazza sino a Riale, ultimo centro abitato (catene o gomme da neve talvolta necessarie).
LOCALITÀ DI PARTENZA
Riale (m 1728)
TIPOLOGIA ITINERARIO
ciaspole
DISLIVELLO
400 metri a salire
LOCALITÀ DI ARRIVO
Rifugio Maria Luisa (m 2157)
TEMPO DI PERCORRENZA
2 ore
DIFFICOLTÀ
T

Escursionismo invernale in alta Val Formazza

Da Riale, si seguono i cartelli gialli (visibili anche in inverno) che conducono alla semplice e comoda carrozzabile che, con ampi e docili tornanti, si inerpica lungo la montagna (spesso la carrozzabile è battuta e attrezzata a pista). In alcuni tratti è anche possibile tagliare lungo brevi e più ripide scorciatoie.

Salendo di quota la vista diviene sempre più ampia, sia sui sottostanti prati della piana di Riale, sia sulle variegate vette che circondano ad anfiteatro la testata della Val Formazza. In particolare si notano, incombenti sopra le immobili acque ghiacciate del Lago di Morasco, il Corno di Ban (m 3027), la Punta della Sabbia e i Gemelli di Ban e, poco più lontano la catena del Monte Giove (m 3009).

Al termine dei tornanti si prosegue in una valletta, con qualche saliscendi, ove è situata la confortevole struttura del Rifugio Maria Luisa (m 2157). La storia del Rifugio è, come per molte altre strutture della Val Formazza, ma anche della Val d’Ossola, legata all’Enel. La struttura era infatti destinata ad ospitare gli operai che lavorarono alla costruzione degli impianti idroelettrici della diga di Valtoggia. La stessa strada che conduce a Riale fu costruita dall’Enel, sempre per favorire lo sfruttamento idroelettrico. Nel 1937 il Cai di Busto Arsizio acquistò la struttura trasformandola nell’attuale rifugio.

Riale – Foto Cesare Re www.fotopercorsi.it

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Cesare Re - www.fotopercorsi.it

Val Formazza: da Riale al Rifugio Maria Luisa

28863 Riale VB, Italy

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento