Valle d'Orcia: case di pietra in un mare di grano | Trekking.it

Valle d’Orcia: case di pietra in un mare di grano

Categorie: Senza categoria
0
REGIONE
Toscana
COME ARRIVARE
Da Firenze, Autostrada del Sole A1, uscita Chiusi-Chianciano Terme. Da Roma Autostrada del Sole A1, uscita Valdichiana.
LOCALITÀ DI PARTENZA
Località Gallina (316 m)
TIPOLOGIA ITINERARIO
a piedi
DISLIVELLO
270 metri a salire
LUNGHEZZA DEL PERSCORSO
13 Km
LOCALITÀ DI ARRIVO
Contignano (460 m)
TEMPO DI PERCORRENZA
4 ore
DIFFICOLTÀ
T

Contignano, piccolo borgo a breve distanza dalle terme di Bagno Vignoni, Bagno San Filippo e San Casciano, è posto in posizione strategica nel suggestivo scenario della Val d’Orcia

Dalla località La Gallina si calca, verso sud, il bitume della via Cassia (SS. 2) ma dopo un chilometro, scavalcate le acque del Véllora, che confluiscono nell’Orcia, si innesca a sinistra una sterrata che, tra morbide colline, accompagna l’escursionista al Podere Rimbecca. Guadato il torrente Formione, e attraversato nuovamente l’asfalto, il sentiero si congiunge ad una strada campestre che, dopo l’azienda faunistico-venatoria di Castelvecchio, giunge su un colle dove si domina la Val d’Orcia.

Qui sorge Contignano, borgo fortificato dal quale passava un ramo della via Francigena. Oggi la notorietà della suggestiva frazione medievale è giustificata soprattutto dall’ottimo formaggio: il Cacio di Pienza, prodotto dal moderno caseificio di Contignano. L’ approvvigionamento di latte con aromi particolari conferitegli da erbe tipiche dei pascoli della Val d’Orcia, raffinate tecniche di stagionatura, e soprattutto un atteggiamento di stima e premura nei confronti del formaggio, anno fatto si che venisse premiato quale miglior pecorino d’Italia .

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Enrico Bottino

Valle d’Orcia: case di pietra in un mare di grano

53023 Gallina SI, Italy


A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento