Valle Pesio: il Gias Sottano del Colle | Trekking.it

Valle Pesio: il Gias Sottano del Colle

0
REGIONE
Piemonte
COME ARRIVARE
In auto. A6 Torino – Savona, uscita Mondovì. Proseguire su SP Cuneo – Mondovì. All’altezza dell’abitato di Beinette deviare per Chiusa Pesio. Raggiunta Chiusa Pesio, proseguire fino ad oltrepassare la frazione di San Bartolomeo. Superati due tornanti svoltare a destra seguendo le indicazioni per Rumiano. Parcheggiare prima della borgata. In treno. Stazione FS Cuneo. Da Cuneo corse plurigiornaliere per Peveragno, Chiusa Pesio e Certosa di Pesio delle Autolinee Valle Pesio
PERIODO CONSIGLIATO
gennaio – marzo
LOCALITÀ DI PARTENZA
Borgata Rumiano, San Bartolomeo, Chiusa Pesio (m 865)
TIPOLOGIA ITINERARIO
ciaspole
DISLIVELLO
700 metri circa a salire
LOCALITÀ DI ARRIVO
Gias Sottano del Colle (m 1588)
TEMPO DI PERCORRENZA
2.30 ore (solo andata)
DIFFICOLTÀ
E

L’itinerario parte poco prima della borgata Rumiano, antica grangia certosina. La meta finale è il Gias Sottano del Colle. “Gias” deriva dal latino “iacere” (giacere) e denomina, nel dialetto locale, una zona di alpeggio in quota.

Poco prima della borgata di Rumiano, si prende la larga sterrata, che si stacca sulla sinistra. La strada è la via del Vallone di Rumiano, che senza possibilità di errore conduce alla zona degli alpeggi in quota. Si attraversa il rio vallivo e si prosegue in salita.

Il percorso si snoda sul versante Ovest del vallone e si presenta con tratti quasi pianeggianti alternati ad altri con pendenze considerevoli, ma mai esasperate. Circondati dalla faggeta si sale fino a giungere a quota 1300, dove la strada si biforca. Sulla destra parte la deviazione per il Gias Pittè, alpeggio posto sulle pendici della Bisalta. Si procede, invece, diritto per il Gias del Colle.

La strada scende leggermente e attraversa nuovamente il rio, portandosi sul versante opposto, molto più fresco. Percorsi diversi tornanti, che permettono di guadagnare quota, si raggiunge la conca pascolativa del Gias sottano del Colle, posta sotto la parete dolomitica della Mirauda.

Il panorama si apre sulle pendici della Bisalta: si può vedere il Gias Pittè poco lontano; sul Monte Pigna e sul Cars, nonché su uno squarcio di pianura cuneese in fondo alla Valle Pesio. Il rientro avviene lungo l’itinerario di andata.

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Massimo Civalleri

Valle Pesio: il Gias Sottano del Colle

Borgata Rumiano, 12013 Chiusa di Pesio CN, Italy

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento