La Via Popilia, cammino nel Vallo di Diano | Trekking.it

La Via Popilia, cammino nel Vallo di Diano

REGIONE
Campania
COME ARRIVARE
In auto
Autostrada A3 Salerno/Reggio Calabria, uscita Polla
LOCALITÀ DI PARTENZA
Polla (SA)
TIPOLOGIA ITINERARIO
a piedi, altro
DISLIVELLO
.
LOCALITÀ DI ARRIVO
Padula (SA)
TEMPO DI PERCORRENZA
Variabile
DIFFICOLTÀ
T

LOGHI CAMMINI D'EUROPA

In Campania, verso il confine con la Basilicata, troviamo il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Il Vallo di Diano, fertile altopiano di 450 metri sul livello del mare in provincia di Salerno, nel sud della Campania, è attraversato dall’antica via Popilia-Annia, oggi Strada Stradale 19, che conduceva a Reggio Calabria.

In epoca romana il percorso, zona di transito obbligata per chi era diretto all’estremo Sud, era disseminato di stazioni di posta, come testimonia l’antica epigrafe Lapis Pollae, a Polla, in località San Pietro. Qui la popolazione è sempre stata particolarmente devota a San Michele Arcangelo, difensore della fede contro le orde di Satana. Lo prova il santuario sul Monte Balzata, a Sala Consilina in provincia di Salerno, ancora oggi meta di molti pellegrinaggi, dove il culto micaelico iniziò, a seguito dell’apparizione del 1213, e si intensificò dopo il famoso miracolo del 17 maggio 1715, quando un’immagine sacra dell’arcangelo iniziò a trasudare liquido.

Anche la chiesa rupestre di San Michele alle Grottelle di Padula, ricavata all’interno di una grotta, che ospita l’importante ciclo pittorico di Santiago de Compostela testimonia la fede per il santo. Gli esperti fanno risalire gli affreschi alla prima metà del Trecento: raffigurano scene della vita di San Giacomo apostolo e si inseriscono appieno nel clima religioso medioevale, che ogni anno spingeva a partire alla volta della Spagna migliaia di pellegrini da tutta Europa. Sempre a Padula, uno dei monumenti più interessanti del Vallo di Diano: il Battistero di San Giovanni in Fonte, a pianta quadrata, voluto da Papa Marcello I, risalente al IV secolo dopo Cristo. Si sovrappone a un più antico tempio pagano dedicato a Leucòthea, ninfa delle acque e sorge direttamente su una sorgente che alimenta la vasca battesimale. Il luogo, di cui parlava già nel 527 d.C. lo storico Cassiodoro, passò nel XIV secolo ai Cavalieri Templari, protettori dei luoghi sacri in Terra Santa.

Il Vallo di Diano, situato a sud della provincia di Salerno, è attraversato dall’antica Via Popilia-Annia (oggi SS 19), che conduceva da Capua a Reggio Calabria e lungo la quale sin dall’epoca romana sorgevano diverse stazioni di posta. Percorrendo la Via Popilia numerosi sono gli edifici sacri dedicati alla spiritualità, in particolare all’Arcangelo Michele, testimonianza di un forte radicamento del culto micaelico in tutti i paesi dell’area. Il percorso è suddiviso in tre tappe: nella prima si visitano Polla (ove è ubicata in località San Pietro la Lapis Pollae, epigrafe in lingua latina incisa su una lastra in marmo, testimonianza scritta della strada romana che univa Capua a Reggio Calabria) e Pertosa con la visita alle Grotte di Pertosa-Auletta, importante sito speleologico ed archeologico.

La seconda tappa è dedicata alle testimonianze presenti nella città di Sala Consilina, dove sono situati due dei luoghi principali adibiti al culto di S. Michele: i ruderi di S. Angelo in Fonte con la vicina grotta e Il santuario sul Monte Balzata, ancor oggi meta di pellegrinaggi, famoso per il miracolo del 1715, in seguito al quale la chiesa viene elevata a Santuario. Nella terza tappa, l’area territoriale protagonista è quella di Padula, testimonianza dell’antico culto micaelico con la Chiesa Matrice di San Michele Arcangelo. L’intero percorso, da Polla a Padula, è lungo circa 30 chilometri ed è percorribile in automobile o autobus, lungo la SS 19 (ex Via Popilia). Alcuni tratti, di particolare bellezza naturalistica ed archeologica, sono percorribili anche a piedi (ad esempio il sentiero che conduce al Santuario del Monte Balzata di Sala Consilina e al Santuario di S. Michele alle Grottelle di Padula).

_ Il tracciato GPX dell’Itinerario:

[sgpx gpx=”/wp-content/uploads/gpx/ilsentierodeimontialburni.gpx”]

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Redazione

La Via Popilia, cammino nel Vallo di Diano

84035 Polla SA, Italy


A proposito dell'autore

La Redazione

La Redazione di TREKKING&Outdoor è il gruppo di appassionati e professionisti che si occupa della cura dei contenuti di questo portale. Gli articoli e i contenuti che riportano la nostra firma sono frutto di un lavoro di squadra.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento