Basilicata, alla scoperta del Sapere! | Trekking.it

Basilicata, alla scoperta del Sapere!

Categorie: Eventi, News
0

Viaggio tra i comuni lucani del GAL Cittadella del Sapere

Chilometri di spazi aperti che si alternano tra scenari tipici dell’Appennino e quelli mediterranei della costa, un mix che regala a questo territorio una decisa eterogeneità e una ricchezza di elementi umani e paesaggistici che contraddistinguono le differenti aree territoriali. Ventisette comuni, ognuno dei quali porta il sapore della storia, dell’arte e della tradizione ma tutti hanno un filo conduttore: la bellezza e il fascino che si prova nel visitarli!

Una straordinaria biodiversità che regala al territorio del Gal Cittadella del Sapere una grande varietà di elementi riguardanti tipicità, terra, prodotti e sapori. Nulla è immune da ciò e anche la stessa agricoltura presenta caratteri diversi in relazione alla conformazione orografica e alla fascia altimetrica in cui viene praticata: da quella silvo-pastorale del Pollino ad una orticoltura “di qualità” delle aree di fondovalle passando a quella di tipo estensivo dei comuni montani.
Ogni zona si distingue per le sue produzioni ma tutte conservano il carattere della tradizione e della genuinità delle antiche ricette: la Valle del Sinni si identifica con la produzione del peperone di Senise, un prodotto di qualità che ha ricevuto da circa dieci anni il riconoscimento IGP, mentre nel Serrapotamo l’indiscussa regina della tavola è la farina di Mischiglio PAT prodotta tra gli altri nei comuni di Castronuovo, Tena, Calvera e Carbone, da cui ne deriva l’omonima pasta fresca e secca. Nei comuni della Valle del Noce (soprattutto Lagonegro, Rivello e Trecchina), particolarmente significativa è l’attività di allevamento ovi-caprino, mentre nella vicina costa Tirrenica è ovviamente il pesce a farla da padrona. Ricche varietà che accompagnano ogni giorno le tavole lucane regalando sensazioni al palato davvero forti e assolutamente non comuni ad altri luoghi. Per questo non sarà difficile mangiare del pesce fresco di Maratea condito con dell’olio prodotto a Terranova di Pollino o una zuppa di pescato fresco accompagnata da pomodori di Rotonda.

Testo di Fabio Guglielmi / Foto di Alessandro Franza

Sul numero 279 di TREKKING&Outdoor uno speciale di 16 pagine dedicato a questo territorio, che fa della varietà di ambienti, paesaggi e culture il suo punto di forza, in grado di far vivere al viaggiatore un’esperienza unica e inaspettata, in una Basilicata da scoprire.

Potrebbe interessarti anche:

  • TREKKING&Outdoor n°281Il numero della rivista attualmente in edicola  Tracce bianche Ce n’è voluto di tempo perché l’estate 2015 si decidesse a lasciare il posto che […]
  • Valtellina: Sapori semplici nel cuore delle AlpiValtellina: Una terra per ogni escursionista Un tuffo in gusti d’altri tempi, in luoghi dove assaporare ogni istante sospesi tra un cielo limpido e […]
  • TREKKING&Outdoor n°283Sentieri di fede, tradizione e cultura Nell’anno del Giubileo della Misericordia anche noi di TREKKING&Outdoor non potevamo fare a meno di […]
  • TREKKING&Outdoor n°280Il numero della rivista attualmente in edicola  Sulle antiche vie...   Un numero dedicato in gran parte alle vie storiche, quei cammini che […]

A proposito dell'autore

La Redazione

La Redazione di TREKKING&Outdoor è il gruppo di appassionati e professionisti che si occupa della cura dei contenuti di questo portale. Gli articoli e i contenuti che riportano la nostra firma sono frutto di un lavoro di squadra.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento