La Giornata mondiale della BIODIVERSITÀ 2018 | Trekking.it

La Giornata mondiale della BIODIVERSITÀ 2018

Categorie: Eventi, Italia, News, Reportage
2

La Giornata mondiale della Biodiversità compie quest’anno 18 anni!

La Giornata mondiale della Diversità Biologica è stata istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, con la risoluzione 55/201 del 20 dicembre 2000, per aumentare la consapevolezza delle problematiche della biodiversità….

Quest’anno, in occasione della International Day for Biological Diversity, è stato organizzato il XII Convegno Nazionale sulla Biodiversità dall’Università degli Studi di Teramo in cooperazione con le Università degli Studi dell’Aquila e “G.D’Annunzio” di Chieti-Pescara, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, Il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, l’Accademia Delle Scienze della Biodiversità Mediterranea. Il Convegno ha come preminente obiettivo di trattare studi e ricerche su “Biodiversità, Ambienti, Salute”, con particolare riguardo alle interazioni tra gli ambienti terrestri ed acquatici.

Biodiversità, Ambienti, Salute, sono tematiche strettamente interconnesse e costituiscono, assieme al cambiamento climatico, la futura sfida strategica nello scenario di uno sviluppo sostenibile.

Il convegno si svolgerà dal 13 al 15 giugno 2018 presso il Campus A. Saliceti dell’Università degli Studi di Teramo e sarà organizzato in una sessione plenaria a cui seguiranno 7 sessioni relative alle aree tematiche del convegno. Sono previste per ciascuna sessione, delle comunicazioni orali (a scelta del comitato scientifico) ed a seguire, nella stessa sessione, una sintetica presentazione dei poster (a cura dei referee) e con gli interventi gli Autori. Per maggiori informazioni si può visitare il sito www.biodiversita2018.it

Biodiversità_Enrico Bottino 2

La biodiversità è vita!

L’Italia ha una gran varietà di specie endemiche, ambienti esclusivi e paesaggi caratteristici, grazie all’eccezionale diversità di climi e habitat naturali del nostro Paese. Diversità che trova origine anche nella  complessità geologica, orografica e alla posizione geografica dello “stivale”, che si allunga da Nord a Sud (dalla latitudine 47° 29’ N a 35° 29’ N), e alla grande varietà altimetrica nel passaggio dal mare alle cime più alte delle Alpi (da quota 0 ai 4810 metri del Monte Bianco).

Anche per questo, nonostante la superficie dell’Italia sia limitata rispetto al resto del continente (un trentesimo dell’Europa), siamo il Paese che conta la più ricca e peculiare biodiversità: 1/3 delle specie animali europee e la metà di quelle vegetali (57.000 specie animali, 9000 tra piante, muschi e licheni, 5000 casi di endemismo). Questa grande varietà biologica responsabilizza ancora più l’Italia per il mantenimento dello stato di conservazione degli habitat e la tutela di questo “capitale naturale”, definito anche nella Strategia Nazionale per la Biodiversità adottata per il decennio 2011 – 2020.

Nell’articoloBiodiversità: le 6 domande più frequenticerchiamo di rispondere alle domande più semplici e spontanee legate alla diversità biologici!



Naturalmente, il tema della biodiversità merita tutta la nostra attenzione ed è per questo che abbiamo pensato di regalarvi un affascinante viaggio nella natura, grazie a 15 articoli che rappresentano un invito alla scoperta di animali e piante, uno stimolo per avvicinarsi ad ambienti meravigliosi! In questi servizi abbiamo inserito i protagonisti delle nostre escursioni e che fanno dell’Italia uno dei paesi più ricchi in termini di biodiversità a livello europeo e mondiale!

Testo di Enrico Bottino

 

BIODIVERSITÀ LUNGO I SENTIERI – IL MONDO ANIMALE

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

2 comments

Lascia un tuo commento