La Sportiva EPIC Ski Tour vi aspetta in Val di Fiemme e Val di Fassa | Trekking.it

La Sportiva EPIC Ski Tour vi aspetta in Val di Fiemme e Val di Fassa

Categorie: Eventi, News
0

Grazie al naturale diffondersi della pratica escursionistica, anche lo sci alpinismo è in rapida crescita e in tutto l’arco alpino gli eventi legati a questa disciplina sono sempre più numerosi.

La Sportiva, azienda trentina da sempre primo attore nella storia dell’alpinismo, dell’arrampicata e del trekking, dal prossimo anno sarà protagonista della tre giorni di sci alpinismo: La Sportiva EPIC Ski Tour. Dal 13 al 15 gennaio 2017, in Val di Fiemme e Val di Fassa, tre competizioni dove tutti possono partecipare, dai professionisti ai semplici appassionati della neve, della montagna e dei paesaggi mozzafiato. Infatti le location di gara sono davvero spettacolari: l’Alpe Cermis, il Passo San Pellegrino e Passo Pordoi! Lo slogan di Jürg Capol – fondatore dell’evento insieme a Kurt Anrather – non a caso è “4All”!

Siamo a darvene comunicazione ora, in questi giorni di soffocante, insistente, fastidiosa calura, perché le ammissioni alla gara sono già aperte e fino al 31 agosto la quota di partecipazione sarà minore: 160 anziché 180 euro. Sono già “fioccate” le prime iscrizioni che, puntualizziamo, devono essere fatte on line, entro fine anno.

“È tutto pronto per la prima edizione di La Sportiva Epic Ski Tour 2017. Sarà un evento di sport e di aggregazione”, lo promettono i due fondatori Kurt Anrather e Jürg Capol, direttore di FIS Marketing AG e inventore del Tour de Ski. “La nostra idea maturata con Jürg Capol di proporre un evento davvero alla portata di tutti gli scialpinisti ha colto nel segno”.

Kurt Anrather ne è convinto: “Il nostro evento non vuole essere “estremo”, anche se la tecnicità dei tre percorsi andrà a premiare i più allenati e i più esperti. Per loro il ricco montepremi è un allettante invito, ma non passano in secondo piano la discesa dal Cermis sulla pista Olimpia e i tracciati spettacolari di Passo San Pellegrino, che fanno tornare alla memoria i successi della Pizolada con la salita fino ai 2580 metri di cima Lastè Pradazzo, e quello del Passo Pordoi con la salita di Forcella Pordoi con la tecnica discesa in Val Lasties e risalita sfruttando una mulattiera fino al Passo”.

Il costo dell’iscrizione alla sfida 4all più emozionante al mondo è compensato dal pacco gara che, tra l’altro, propone un gadget tecnico di assoluto prestigio e valore (139 euro). È il Combo Helmet prodotto da La Sportiva che risponde alla doppia omologazione per utilizzo alpinistico e scialpinistico, predisposto anche per l’aggancio rapido del frontalino luminoso e che pesa 290 grammi.

Dal 2017 infatti nelle gare di scialpinismo saranno obbligatori i caschi omologati secondo le norme internazionali, e per questo il casco che ciascun concorrente riceverà e che dovrà obbligatoriamente indossare nelle tre gare (ad esclusione degli atleti professionisti a cui sono riservate particolari deroghe commerciali) sarà marchiato con la certificazione CE EN 1077 e quella CE EN 12492 per l’alpinismo.

Il casco sarà prodotto in versione limitata di soli 1000 pezzi, per cui chi intende partecipare ha già iniziato la …corsa al casco.

Diamo una breve anticipazione dei tre giorni di festa: venerdì 13 gennaio prova in notturna sul Cermis, sabato 14 la prova di Passo San Pellegrino e domenica 15 la terza e conclusiva gara a Passo Pordoi. Inoltre l’evento sarà anche e soprattutto un momento di aggregazione e di festa, quindi al Palafiemme di Cavalese è previsto un “village” con stand tecnici e prodotti locali. Per maggiori informazioni: www.epicskitour.com

 

Potrebbe interessarti anche:

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento