TREKKING&Outdoor: e sono 300! | Trekking.it

TREKKING&Outdoor: e sono 300!

Categorie: Focus, News
0

Dal 1984 camminiamo con voi per conoscere l’uomo e il suo mondo!

Andando a rovistare in qualche archivio impolverato dal tempo, sul numero 10 della rivista, che allora si chiamava soltanto TREKKING e aveva una seriosissima cornice nera in tono con lo stile dell’epoca, si può trovare l’intervista a una “giovane promessa” dell’alpinismo, appena rientrata da una importante spedizione sulle Ande peruviane dove, in cordata col fratello Luca, aveva salito alcune importanti e impegnative pareti di quell’universo montano agli antipodi della nostra realtà. Era il 1985, e quella “giovane promessa”, allora ventottenne, era il sottoscritto.

Da allora, la mia storia umana e professionale è rimasta in qualche modo “legata” a questo periodico che, da sempre, racconta il mondo dell’outdoor in assoluta sintonia coi valori dell’ambiente e della Natura.

Che sono i temi per cui mi sono sempre esposto in prima persona nella mia professione di giornalista. Forse per questo, nel 1998, Italo Clementi, nella sua veste di nuovo editore della testata, mi ha cercato per affidarmi, nel tempo, incarichi sempre più importanti all’interno della redazione.

Un gruppo di lavoro che, solo qualche mese prima del mio arrivo, aveva trovato in Enrico Bottino il perfetto prototipo del Caporedattore.

Dal 2004, nella mia veste di Direttore Responsabile, ho cercato di mettere tutte le mie competenze e il mio entusiasmo per far crescere questo magnifico strumento di comunicazione, orientandolo sempre più verso la “polivalenza” delle attività outdoor che oggi caratterizzano l’offerta delle aree a vocazione turistico-ambientale.

E come rivista leader in questo settore siamo stati, senza ombra di dubbio, dei precursori parlando di outdoor e promuovendolo a 360 gradi ben prima che diventasse una moda e poi, finalmente, un fenomeno di massa.

Tutto questo è sempre scaturito da “epiche battaglie” – e non semplici scambi di opinioni – tra me ed Enrico per la scelta dei temi, degli articoli, delle immagini con l’unico, comune obiettivo, di pubblicare una rivista sempre più bella e interessante.

Il tempo e i lettori ci hanno sempre dato ragione, e forse per questo siamo riusciti, unici in questo settore, a superare indenni la terribile crisi che, una decina di anni fa, ha messo in ginocchio il comparto della stampa periodica con la scomparsa di decine di testate, anche molto più grandi e importanti della nostra, che però forse non erano riuscite a costruire quella affezione da parte dei lettori che invece da sempre caratterizza il pubblico di TREKKING&OUTDOOR.

Anche perché, nel frattempo, avevamo offerto qualche piccola ma preziosissima “chicca” agli appassionati di escursionismo, come il monumentale Numero Speciale dedicato alla Via Alpina, la monografia del Trentino sia estiva che invernale, ma soprattutto articoli e guide monografiche che hanno toccato quasi tutte le regioni Italiane dalle isole alle creste di confine.

E anche qualche autentica perla, come l’unico servizio fotografico di Walter Bonatti dai tempi della sua collaborazione con Epoca negli anni ’70, e le interviste a leggende dell’avventura come Reinhold Messner e Cesare Maestri.

Ma, al di la degli exploit, questa rivista si è sempre distinta per la coerenza e la serietà nel raccontare l’universo outdoor, e quasi certamente per questo, supportata dal certosino lavoro di Italo Clementi, quotidianamente impegnato a creare una ragnatela di contatti e collaborazioni coi governanti tecnici e politici di tutti gli ambiti territoriali regionali, è diventata un indispensabile strumento di comunicazione per tutte le aree, grandi e piccole, che hanno nelle attività outdoor il motore del loro sviluppo turistico.

Con l’avvento dell’era digitale, senza mai dimenticare che siamo innanzitutto una rivista da acquistare in edicola, siamo diventati anche “tecnologici” con una versione web integrale e scaricabile, ma soprattutto con un sito all’avanguardia – trekking.it – che permette di implementare in modo esponenziale i contenuti della versione cartacea.

Durante questi vent’anni di collaborazione, il mondo è cambiato. Quasi sempre in peggio.

Ma noi siamo sempre stati in prima linea nelle battaglie per il rispetto dell’ambiente e del territorio, abbiamo fatto da portavoce ad associazioni che hanno come obiettivo la tutela e valorizzazione della Natura, abbiamo pubblicato importanti dossier dedicati ad argomenti critici come l’acqua, il clima, le speculazioni del turismo industriale, la tutela dei nostri prodotti tipici, e molte altre. Senza mai dimenticare di raccontare la bellezza e le emozioni del vivere e scoprire camminando.

Che è la migliore medicina per combattere i meccanismi, spesso alienanti, della quotidianità metropolitana.

Il successo di TREKKING&OUTDOOR è stato reso possibile dalla collaborazione e dall’impegno che tutti abbiamo profuso per far uscire, mese dopo mese, anno dopo anno, un prodotto editoriale sempre più coinvolgente e in sintonia con i tempi. E sono tanti gli amici, prima ancora di essere collaboratori, che sono passati dalla nostra redazione.

Alcuni, come Cesare, Andrea, Claudio, e molti altri che sarebbe impossibile elencare perché sono veramente tanti, resistono al passare del tempo e sono sempre pronti e disponibili a mettere la loro professionalità al servizio della redazione; e dopo vent’anni, io ed Enrico non ci siamo ancora stancati di discutere su ogni virgola… un po’ perché siamo entrambi alla ricerca, impossibile da concretizzare, della perfezione, ma, soprattutto, perché ancora ci divertiamo a veder nascere e crescere, ad ogni numero diversa, questa bellissima rivista. E così facendo siamo arrivati al numero 300!

Buon cammino a tutti.

Michele Dalla Palma

 

 

Se ti abboni a Marzo, oltre ai 10 numeri compresi nell’abbonamento, riceverai in regalo anche il numero 300!

Potrebbe interessarti anche:

A proposito dell'autore

Michele Dalla Palma

Giornalista e fotografo, esploratore e grande viaggiatore, ho realizzato molte spedizioni e centinaia di reportages, in ogni continente, per la stampa italiana e internazionale; sono Direttore Responsabile della rivista TREKKING&Outdoor, una delle testate più qualificate sul mercato italiano nell’ambito del turismo responsabile.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento