Aspromonte, la Calabria tra storia e natura | Trekking.it

Aspromonte, la Calabria tra storia e natura

Categorie: Italia, Reportage
0
Il centro di Oppido Mamertina

Il versante tirrenico dell’Aspromonte, il cui territorio ricade in buona parte nella Comunità Montana Versante Tirrenico Meridionale, è uno scrigno ricco di cultura e tradizioni, avvolto in una vegetazione rigogliosa sia agraria che forestale.

La valorizzazione produttiva delle risorse naturali, nel corso del tempo, è stato ed è uno dei cardini dell’economia da cui la popolazione locale ha ricavato ogni mezzo di sostentamento.

La gente di questi luoghi ha sempre condotto una vita fatta di duro lavoro e di sacrifici, di ambizioni contenute, di amore del semplice e del buono, e si è sempre accontentata del minimo indispensabile per vivere.

Costumi tradizionali dell'Aspromonte

Costumi tradizionali dell’Aspromonte

Nonostante la Calabria sia rinomata per i suoi mari, in questo territorio sono le montagne che dominano incontrastate il paesaggio. Queste, come per incanto, sembrano levarsi maestosamente dalle acque marine, andando a creare una sorta di effetto schermo sulle correnti d’aria, che si ripercuote, ed influenza decisamente, il clima del territorio, favorendo un rigoglioso sviluppo della vegetazione e una non abituale abbondanza d’acqua.

Ed è proprio una simile ricchezza di vegetazione che colpisce al primo impatto il visitatore. Le piante tipiche dell’area mediterranea dominano la parte alta del territorio, mentre alle quote meno elevate gli oliveti, unitamente agli agrumeti, contribuiscono a formare uno dei più grandi patrimoni naturalistici d’Italia.

La mappa geolitologica del Parco Nazionale dell'Aspromonte

La mappa geolitologica del Parco Nazionale dell’Aspromonte

L’età delle piante, quasi tutte ultrasecolari, le dimensioni e la fittezza delle stesse, hanno formato nel corso del tempo dei veri e propri boschi di olivi. Il misterioso fascino dei luoghi, la maestosità degli alberi con il verde pallido e argentato delle foglie, e i grandi tronchi intrecciati sono oggi un tutt’uno, con i luoghi umani di vita, come la città medioevale di Mamertum, oggi Oppido Mamertina, custode secolare di storia, cultura, arte e tradizioni.

Nel silenzio dei vicoli si odono ancora cadenzati gli echi preziosi del lavoro artigiano.

L'antico borgo di San Giorgio Morgeto

L’antico borgo di San Giorgio Morgeto

È facile trovare ancora, lavorati con amorevole passione femminile, asciugamani, lenzuola, coperte e tovaglie che rappresentano solo alcune delle tante realizzazioni del ricamo d’arte. Il legno di castagno è tradizionalmente utilizzato da queste parti per la manifattura di botti e barili, in cui conservare il vino destinato al consumo familiare, e che oggi la fantasia artigiana ha trasformato in elementi di arredo per case e giardini.

Un’altra peculiarità che rende famosi i comuni dell’area, come Taurianova e San Giorgio Morgeto è la produzione di profumi, liquori e dolci.

La perizia nel distillare profumi e liquori probabilmente è una prosecuzione delle arti degli esperti speziali farmacisti, ma anche degli alchimisti, che albergavano nei conventi e che ne avevano fatto rinomati centri di erboristeria.

Così come l’arte di preparare i dolci necessita di un’abile maestria e di un mestiere, che per forza di cose si deve tramandare nel tempo.

INDIRIZZI E NUMERI UTILI
Comunità Montana Versante Tirrenico Meridionale: tel. 0966.963264
Comune di Taurianova: tel. 0966.643462
Comune di San Giorgio Morgeto: tel. 0966.946050
Comune di Molochio: tel. 0966.624004
Comune di Oppido Mamertina: tel. 0966.86003

Potrebbe interessarti anche:

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento