Marguareis: il tour del calcare nelle Alpi Liguri in cinque tappe | Trekking.it

Marguareis: il tour del calcare nelle Alpi Liguri in cinque tappe

0

Il Marguareis è una montagna calcarea dai due volti: sul versante nord, quello che vediamo adesso, offre aspre pareti calcaree verticali, profondamente incise da ripidi canaloni.

Il sentiero è assolutamente marcato e netto. Siamo solo all’inizio del giro, ma non possiamo non fermarci ad ammirare lo spettacolo del Marguareis e del suo massiccio. Impressionati dalla sua imponenza con le sue pareti grigio chiaro in netto contrasto con il cielo di un intenso azzurro. Comprendiamo ora l’appellativo a questa zona delle Alpi di “piccole Dolomiti”.

Alpi Liguri segrete ma non troppo

Il Marguarèis è un imponente massiccio calcareo che annovera la cima più elevata delle Alpi Liguri – Foto di Enrico Bottino

Un mondo poco conosciuto quello delle Alpi Liguri. Strette tra le Alpi Marittime e l’Appennino Ligure, stentano a trovare una loro identità. Distribuite tra il Colle di Tenda e quello di Cadibona, sovente considerate una semplice forma di transizione tra Alpi e Appennini, offrono invece dal punto di vista geologico, climatico, botanico e faunistico spiccati segni di individualità. A ciò si aggiungono aspetti culturali e antropici che, insieme ai caratteri naturalistici, rendono questa terra particolarmente apprezzata da chi nella montagna cerca soddisfazioni sia per il corpo che per lo spirito.

Marguareis e Mongioie: monti alpini che profumano di mare

Gioielli per alpinisti ed escursionisti come il Marguareis o il Mongioie riescono ad unire il fascino dell’escursione, dell’arrampicata o della discesa in grotta alle suggestioni di un paesaggio che profuma di Mediterraneo, ma quanto ad asprezza spesso non ha nulla da invidiare a cime più elevate.

Alpi Liguri e fenomeno carsico: questo binomio ormai abituale attira ogni anno decine di studiosi ed escursionisti. Questa parte delle Alpi, per entità e diffusione dei fenomeni superficiali ed ipogei, costituisce una delle più interessanti aree carsiche europee. Un felice concorso di fattori geografici, geologico – strutturali e climatologici ha favorito l’eccezionale evoluzione di questa zona.

In particolare, il gruppo Marguareis – Mongioie, alle testate delle valli Pesio, Ellero, Tanaro e Roya rappresenta l’area con la maggiore intensità di fenomeni. Ed è attorno a queste due montagne che, alcuni anni orsono, i gestori di alcuni rifugi della zona in collaborazione con il Parco Alta Valle Pesio e Tanaro (adesso Parco del Marguareis) hanno ideato un itinerario denominato “Giro del Marguareis”, ma definito anche “Tour del calcare”, che permette agli escursionisti di compiere un percorso ad anello in quattro o cinque tappe, perfettamente segnalato e supportato dalla presenza dei rifugi in quota.

La descrizione delle tappe

 

A proposito dell'autore

Enrico Bottino

Foto e testi, una armonia che libera la creatività sui sentieri della natura. Il trekking è una passione giovane che mi ha permesso di alimentarne un’altra, la fotografia, che oggi svolgo con entusiasmo e in modo professionale. Lavoro nella convinzione che non bisogna andare lontani per realizzare magnifiche fotografie: basta trascorrere una giornata nei boschi e ammirare i minuscoli particolari della natura; l’importante è cogliere l’attimo, solo così è possibile scattare istantanee che non si ripeteranno mai più. Un consiglio? Non tenete mai la digitale riposta nello zaino, portatela sempre a portata di mano. E non fermatevi mai, potreste scoprire che le parole sono complementari alle immagini, che al piacere di scattare foto sempre migliori può subentrare quello altrettanto bello di scrivere.

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento